Stazione Trastevere: aggredisce militari con un coccio di bottiglia

I Carabinieri sono intervenuti prontamente disarmando e bloccando l'esagitato che li ha anche minacciati

Ha aggredito militari dell'Esercito Italiano impegnati di vigilanza nell'ambito dell’operazione Strade Sicure nei pressi della stazione ferroviaria Trastevere. E' successo ieri sera, dove i Carabinieri hanno arrestato un 43enne, originario della provincia di Bari ma senza fissa dimora.

I militari che avevano notato l’uomo infastidire alcuni passanti e utenti in attesa dei treni, lo hanno invitato ad allontanarsi e ad uscire dalla stazione. Il 43enne, però, una volta in piazzale Flavio Biondo dava in escandescenze e, dopo aver raccolto una bottiglia in vetro, l'ha rotta e ha tentato di colpire con un coccio i militari.

I Carabinieri sono intervenuti prontamente disarmando e bloccando l'esagitato che li ha anche minacciati. L'arrestato, finito in manette con l'accusa di resistenza, violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale, a causa del suo persistente stato di agitazione è stato trasportato dal 118 presso il reparto di psichiatria dell’ospedale Santo Spirito, dove si trova tutt'ora ricoverato per le cure mediche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento