Black out manda in tilt la metro B1: stazioni chiuse oltre tre ore

I problemi per i treni diretti a Jonio. Interdette le fermate Annibaliano-Libia-Conca d'Oro

Immagine di repertorio

Tre stazioni chiuse su quattro causa black out. I disagi per gli utenti della linea B1 della metropolitana sono cominciati intorno alle 16:00 e si sono conclusi dopo circa tre ore e mezza (alle 19:30), con la linea tornata progressivamente alla normalità. in particolare il "guasto tecnico", ha riguardato le stazioni Sant'Agnese - Annibaliano, Libia e Conca d'Oro, in direzione Jonio, con quest'ulima fermata aperta regolarmente così come la linea in direzione Laurentina

Per tale motivo è stata necessaria l'attivazione di un servizio bus sostitutivo nella tratta Bologna-Jonio

Come comunicato poi dalla stessa Atac: "A causa di una interruzione dell'alimentazione dalla rete elettrica è stato necessario chiudere alcune stazioni della linea B1. I tecnici Atac stanno intervenendo per ripristinare la funzionalità delle infrastrutture. Atac si scusa per i disagi provocati da cause non dipendenti dalla propria responsabilità". 

Alle 18:34 è stata prima riaperta la stazione Conca d'Oro, a cui ha fatto seguito la riapertura della stazione Libia ed, alle 19:30 circa, Sant'Agnese-Annibaliano con la linea tornata progressivamente alla normalità.  

Articolo aggiornato alle 19:50 del 26 giugno 2019

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento