Metro B, ancora rallentamenti: "Serve un commissario straordinario"

A diffondere la notizia dell'ennesima mattinata di disagi sulla metro romana, l'ex assessore Stefano Esposito. La spiegazione sul sito dell'Atac: "Ritardi indisponibilità treni per guasto"

Giornata di traffico sulle strade della Capitale e di disagi sulla metro B. In particolare difficoltà di circolazione è stata registrata sul Lungotevere degli Anguillara a causa della chiusura di Ponte Palatino per effettuare dei lavori. Anche se a far discutere di più è l'ennesimo rallentamento sulla metro B. "Anche stamattina disagi metro B a causa di treni guasti" ha scritto in un tweet l'ormai ex assessore ai Trasporti Stefano Esposito. Una situazione confermata anche sul sito dell'Atac dove fino intorno alle 12 è rimasto l'avviso: "Ritardi indisponibilità treni per guasto". Passato il testimone del governo capitolino al commissario Francesco Paolo Tronca, Esposito ribadisce la linea proposta in più occasioni: "Serve commissario straordinario e risorse subito".

Quello della mobilità e dei trasporti, quindi, si riconferma uno dei nodi più scottanti sulla scrivania del neo commissario Tronca e del prefetto di Roma Franco Gabrielli. Un problema che ruguarda sia l'ordinaria amministrazione cittadina sia una 'urgenza' in vista del Giubileo quando migliaia di pellegrini si muoveranno in città. 

"Non ho parlato con Tronca, se riterrà utile sentirmi sono a disposizione. Non è tenuto a sentire quelli che c'erano prima" ha spiegato l'ex assessore a Radio Cusano Campus. "Io comunque ho mandato una relazione al prefetto Gabrielli con tutti gli aspetti più importanti da risolvere". Poi ha continuato: "Tronca l'ho incontrato due-tre volte, lo conosco come persona solida e preparata. Lui deve gestire i prossimi 7-8 mesi ma soprattutto dovrà fare in modo che la macchina del Campidoglio porti a termine le opere messe in campo per il Giubileo. Poi avrà delle questioni che neanche immagina. Probabilmente lui di cosa è Atac non ha neanche idea. Io continuerò ad occuparmene da vicepresidente della commissione Trasporti".  

L'ex assessore si è espresso anche in merito alla candidatura ideale per il prossimo sindaco. "Continuo a pensare che ci voglia una figura politica solida, con un progetto da presentare ai romani semplice e concreto di risoluzione dei problemi cronici che vive la città. I primi due anni e mezzo il prossimo sindaco deve individuare i problemi più seri e cercare di risolverli. Si devono mettere al centro le questioni di quotidianità". 

Non è mancato un commento sulla turbolenta uscita di scena di Ignazio Marino: "Qualcuno si è innamorato della figura di Marino solo perchè ha pensato che potesse essere l'anti-Renzi. Basti pensare a Sel, che voleva sfiduciare Marino e due mesi dopo, solo perchè Marino si è messo contro il Pd e loro supponevano che dietro la decisione di far dimettere gli assessori ci fosse Renzi, hanno iniziato a difendere Marino a spada tratta. In politica la serietà non si acquista al mercato, o ce l'hai o non ce l'hai" il commento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento