Metro Barberini: scale mobili rotte, disposto il sequestro. Chiusa anche la stazione Spagna

Dopo la chiusura della metro Repubblica, interdette altre due fermate della linea A. Atac: "gravi ed inconfutabili ragioni per la risoluzione del contratto con la ditta incaricata della manutenzione delle scale mobili"

Scale mobili fuori uso sulla metro A (immagine di repertorio)

Non c'è solo Repubblica. A 150 giorni di chiusura della fermata metropolitana di Piazza Esedra, si devono sommare altri disagi. Dalla tarda mattinata di sabato 23 marzo è stata infatti chiusa anche la stazione di Barberini ed intorno alle ore 17.30 lo stesso destino è toccato a Spagna. Per entrambe sono state attivate delle navette sostitutive.

A spiegare le ragioni della chiusura delle due stazioni la stessa Atac in una nota stampa: "A seguito della decisione dell'Autorità giudiziaria, che ha disposto il sequestro della stazione Barberini – si legge nel comunicato ufficiale -  il responsabile di esercizio degli impianti di traslazione di Spagna ha deciso di inibire all’uso le scale mobili ivi presenti, che sono della stessa tipologia di quelli presenti a Barberini, al fine di svolgere ulteriori controlli".

"Ciò ha reso necessario la chiusura della stazione, che non dispone di altre vie di accesso in banchina. Atac ha attivato i necessari servizi di sostituzione di superficie per limitare i disagi, per i quali l'azienda si scusa. Frattanto, a conclusione dell'iter istruttorio da tempo avviato a carico della ditta che ha gestito la manutenzione degli impianti, Atac ritiene che sussistano gravi ed inconfutabili ragioni per la risoluzione del contratto, che verrà notificata a stretto giro al fornitore. L'azienda conclude la nota di Atac – individuerà nel minor tempo possibile le soluzioni utili a garantire la riapertura delle stazioni e la continuità e il miglioramento delle attività manutentive".  

Il precedente a Barberini

Sono mesi di passione quelli che stanno vivendo gli utenti del servizio metropolitano. Il problema più frequentemente evidenziato, riguarda l'accesso alla banchina. Ascensori rotti e soprattutto guasti alle scale mobili stanno diventando sempre più frequenti. Lo scorso 21 marzo, alla fermata Barberini,  "la scala mobile si è è letteralmente accartocciata davanti ai miei e ai nostri occhi" ha in quell'occasione raccontato, un testimone, a Romatoday. L'episodio ha generato momenti di panico tra i passeggeri che "si sono quasi calpestati per uscire". Una situazione tutt'altro che nuova per il trasporto ipogeo capitolino.

Le scale mobili a Policlinico ed a Repubblica

Appena un mese prima di Barberini, un altro guasto si è verificato sulle scale mobili. In quel caso il problema si è verificato alla fermata Policlinico, dunque sulla linea b. Ma il risultato è stato pressocchè identico: il panico generalizzato. Barberini e Policlinico hanno comunque un precedente illustre: la rottura di una scala mobile nella stazione di Piazza della Repubblica. Un episodio, il più grave tra quelli segnalati, che ha causato il ferimento di una ventina di tifosi del CSKA Mosca.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento