L'abc dello spaccio ad Ostia: da "Anna" a "Barbara", ecco i codici dei pusher

Nel corso dell'Operazione Azzorre 2011, che ha portato a notificare 22 ordinanze di custodia cautelare in carcere, i carabinieri hanno decifrato i messaggi usati da acquirenti e venditori per stabilire la quantità di 'merce' da cedere

Foto d'archivio

"C'è Anna?", o anche "C'è Barbara?". Questa la tecnica dei messaggi in codice utilizzata dai due gruppi criminali dediti al narcotraffico ed allo spaccio di cocaina ad Ostia, smantellati dai carabinieri del Nucleo Investigativo lidense nell'ambito della 'Operazione Azzorre 2011'. Un'indagine che ha portato i Militari a notificare 22 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di un primo gruppo di sette persone che si occupava di importare ingenti quantità di cocaina dal Sud America, e di un secondo sodalizio (composto da 14 persone) che si dedicava allo spaccio al dettaglio nella zona del litorale romano senza disdegnare furti e rapine ai danni di privati e di esercizi commerciali nelle zone dell'Eur e dell'Ardeatino.

MESSAGGI IN CODICE - Nello specifico, al termine di una complessa attività di indagine cominciata nel 2011, i carabinieri hanno appurato come lo spaccio al dettaglio dello stupefacente venisse effettuato dal secondo gruppo attraverso una collaudata tecnica volta a raggirare le eventuali investigazioni, consistente in una sorta di messaggi in codice che il fornitore e l’acquirente si scambiavano attraverso preventivi contatti telefonici. Telefonate o sms che facevano riferimento a nomi propri di persona, in modo tale da quantificare di volta in volta la droga da vendere

ANNA E BARBARA -  I Codici si decifravano in base alla prima lettere del nome della persona fittizzia ricercata, nel caso si chiedesse di "Anna" (prima lettere dell'alfabeto) la richiesta era di un 'pezzo' di cocaina, "Barbara" (seconda lettere dell'alfabeto), due 'pezzi', 'Carla' tre e via dicendo.

22 ARRESTI - I due gruppi criminali che si occupavano di importare e trafficare sul mercato lidense ingenti quantità di cocaina dal Sud America senza disdegnare furti e rapine in ville, banche e gioiellerie sono stati arrestati la mattina del 14 gennaio dai carabinieri del Gruppo di Ostia che hanno notificato 22 ordinanze di custodia cautelare in carcere agli appartenenti ai due gruppi operosi ad Ostia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

  • Coronavirus: a Roma e provincia 7 nuovi contagi. Positiva al Covid19 famiglia proveniente dagli Usa

Torna su
RomaToday è in caricamento