Meningite, quindicenne di Labaro ricoverata al Bambin Gesù: "Nessun focolaio"

La studentessa dell'Itis Pascal è stata trasferita all'ospedale Pediatrico dal Sant'Andrea. Avviata la profilassi per una trentina di persone: "Ceppo di provenienza batterica, non virale"

L'ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Meningite meningococca, questo la diagnosi sulla studentessa di 15 anni dell'Itis Pascal ricoverata in ospedale nella giornata di ieri. La ragazzina è stata trasferita all'ospedale Pediatrico Bambino Gesù dall'ospedale Sant'Andrea, che aveva allertato il serivizo Sisp (Servizio Igiene Salita Pubblica) della Asl Rm1 avviando la profilassi per i compagni di classe della teen ager ed i suoi familiari. Un caso sospetto che ha rilanciato l'allerta meningite nella Capitale, anche sei i sanitari rassicurano, evidenziando come la diagnosi di meningite meningococca, ancora in via di conclusione, sia di ceppo batterico e non virale. Lo si legge nel bollettino medico del nosocomio capitolino.

CONDIZIONI STABILI - "Nel corso della giornata di ieri - si legge nel bollettino medico - le condizioni cliniche si sono stabilizzate e nella serata è stato possibile sospendere il supporto respiratorio. Stamattina la ragazza è vigile; rimane in terapia intensiva sotto stretto monitoraggio clinico e continua la terapia del caso, in attesa del trasferimento in unita'' operativa di degenza".

ASSEMBLEA AL PASCAL - Allarmati i genitori degli studenti che frequentano l'istituto tecnico di via Brembio, nella sede dell'istituto superiore di Labaro si è tenuta questa mattina l'assemblea dei genitori e degli studenti con i medici della Asl Roma 1. I sanitari hanno spiegato ai genitori presenti all'incontro che i laboratori non hanno ancora identificato il ceppo, che comunque è di provenienza batterica non virale. 

VACCINO PER IL MENINGOCOCCO - Chi ha effettuato il vaccino per il meningococco, dunque, è più sicuro, anche se la profilassi va realizzata in ogni caso. Per la trasmissione è necessario essere rimasti in stretto contatto con la ragazza per più di 4 ore, quindi la profilassi é prevista solo per i compagni di classe e i familiari. Chi fa la profilassi la deve fare solo su prescrizione medica e comunque non si è considerati malati. Al momento, hanno detto ancora i medici della Asl, non c'é nessun focolaio quindi non bisogna creare allarmismi. La scuola non sarà chiusa e si effettueranno le normali procedure di aerazione dell'aula. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Roma e Lazio nella morsa di caldo e siccità: "Un dramma per l'agricoltura"

    • Politica

      Elezioni amministrative 2017: al ballottaggio sette comuni in provincia di Roma

    • Cronaca

      Poliziotto ricoverato allo Spallanzani: "E' meningite". Paura tra i colleghi

    • Monteverde

      Centro islamico al posto di storico ristorante: tra "scherzo" e realtà, un cartello apre la polemica

    I più letti della settimana

    • Operazione Babylonia: 23 arresti a Roma. Sequestri ai locali dei vip

    • Tufello: prova a stuprare una minorenne, lei reagisce e lo accoltella

    • Operazione Babylonia: da Mizzica al Macao, l'elenco dei locali sequestrati

    • Incendio a Tor de' Cenci: in fiamme deposito di cassonetti, fumo nero sulla Pontina

    • Incidente sulla Pontina: muore centauro di 53 anni. Un ferito grave

    • Sciopero Roma: lunedì 26 giugno stop di 4 ore

    Torna su
    RomaToday è in caricamento