Famiglia cacciata a San Basilio, Raggi: "Una vergogna per Roma e per i romani"

Gli assessori Baldassarre e Mazzillo: "San Basilio episodio che offende città. Garantiremo legalità e diritti dei deboli"

San Basilio, foto d'archivio

"Un gesto vergognoso per Roma e per i cittadini romani". Virginia Raggi non usa mezze misure per definire i fatti di ieri a San Basilio. Una famiglia marocchina, legittima assegnataria di una casa popolare, cacciata da una trentina di residenti in difesa degli occupanti, abusivi, dell'alloggio. "Non vogliamo i negri", "andate via con i gommoni" gli insulti che hanno portato alle lacrime i bambini di Mourad e Fatya, rispettivamente 35 e 27 anni, costretti a rinunciare all'assegnazione per difendere i loro piccoli. 

La sindaca vuole incontrare la famiglia, nel frattempo tornata nel residence della Romanina. Secondo quanto si apprende in Campidoglio si lavora per trovargli un alloggio alternativo. "Quanto è avvenuto a San Basilio è inaccettabile", dichiarano l'assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale, Laura Baldassarre, e l'assessore al Bilancio e Patrimonio, Andrea Mazzillo. "Chi come noi opera ogni giorno per la legalità e per i diritti si schiera con chi rispetta le regole, non con chi vuole imporsi attraverso la prepotenza e la violenza. La vicenda rappresenta un episodio di profondo degrado morale e civile, una grande sconfitta per la nostra città. Ci attiveremo perché la legalità venga garantita, anche in questo caso". 

"E' stato vergognoso - continuano gli assessori - dover assistere alla scena di tre bambini in lacrime e di una famiglia che ha diritto a un alloggio popolare cacciata via dopo aver ricevuto ripetute minacce da un gruppo di residenti. La nostra amministrazione sta lavorando duramente sullo scorrimento delle graduatorie per l'assegnazione degli alloggi, per rispondere alle esigenze di chi è senza casa. Allo stesso modo è impegnata nell'affrontare la questione delle occupazioni abusive: l'intenzione è di ristabilire la legalità e, allo stesso tempo, analizzare caso per caso le situazioni per tutelare chi è in condizione di particolare disagio sociale".

"In ogni caso - concludono Baldassare e Mazzillo - non possiamo tollerare 'zone franche' in cui il diritto viene scavalcato da forme organizzate di violenza e intimidazione"

Fassina, consigliere capitolino di Sinistra x Roma, usa parole dure: "Nella capitale d'Italia non può accadere che un diritto garantito dalla legge venga negato attraverso la violenza e le intimidazioni. Non possiamo girarci dall'altra parte. Le istituzioni locali, Regione Lazio e Roma Capitale e quelle nazionali devono intervenire. Va inoltre urgentemente affrontato il problema della legalità in intere aree della Capitale. Sinistra per Roma chiederà al consiglio comunale e all'amministrazione Raggi di intervenire senza ambiguità e incertezze".

Forza Nuova invece, attraverso il suo responsabile romano Alessio Costantini, respinge  le accuse di razzismo e spiega: "La rivolta di ieri a San Basilio non è frutto del caso. Già da tempo alcuni residenti di Primavalle, Magliana e Ardeatina, guidati da Forza Nuova, sono in lotta contro sfratti e trasferimenti coatti, per il diritto alla casa. Le borgate romane sono ormai al collasso a causa di problematiche ataviche quali immigrazione, degrado e campi rom. In tale contesto, spesso si registra una presenza quasi evanescente delle istituzioni. Stavolta le barricate sono state innalzate a San Basilio, domani potrebbe accadere in un'altra borgata. Semplificare il tutto parlando di razzismo a noi sembra fuorviante. Siamo, anzi, al cospetto dell’ennesimo tentativo di criminalizzazione, politica e mediatica, di cittadini italiani stanchi ed esasperati dai continui soprusi compiuti da una classe politica negligente e colpevolmente assente. Le denunce “per violazione della legge Mancino”, scattate nei confronti dei residenti di via Filottramo, sono un atto vergognoso volto a reprimere legittime istanze sociali, sempre più pressanti ed attuali. Alla luce di quanto accaduto quest’oggi, possiamo sostenere, senza paura di smentita, che il vero razzismo è quello perpetrato contro gli italiani. Forza Nuova sosterrà con forza la rivolta popolare per la difesa di Roma contro chi vuole farci diventare minoranza a casa nostra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento