Chiuso il giallo di Torvaianica: una coltellata al cuore, poi il corpo bruciato. Così è stata uccisa Maria

Maria Corazza è stata colpita mortalmente da Domenico Raco che, poi, con una tanica ha dato fuoco all'auto e ai due corpi

Maria Corazza è stata uccisa con una coltellata al cuore da Domenico Raco che, poi, ha dato fuoco all'auto, chiudendosi anche lui all'interno. Il giallo di Torvaianica va verso la soluzione definitiva. La Procura di Velletri è pronta a chiudere il fascicolo per omicidio-suicidio mentre i Carabinieri, che hanno raccolto indizi in questi giorni, continueranno le indagini per definire il movente. 

Maria Corazza, 46 anni di Pomezia, era stata trovata insieme a Domenico Raco all'interno della Ford Fiesta trovata bruciata a venerdì 14 giugno. La coltellata, inferta verosimilmente con la lama da circa 15 centimetri trovata all'interno dell'utilitaria della vittima, è stata mortale: nei polmoni, infatti, non sono state trovate tracce di monossido di carbonio.

Gas trovato, invece, nei polmoni del 39enne calabrese. Lui è morto per le esalazioni. È il tassello che mancava agli inquirenti per chiudere il cerchio. Secondo quanto ricostruito, infatti, Raco quelle tragica mattina si è recato in una pompa di benzina in via Danimarca, comprando 15 euro di carburante e una bottiglia d'olio da motore, per tenere vive le fiamme. 

Quindi ha nascosto tutto in via San Pancrazio, ha posato la sua auto da un amico meccanico e, rimasto quindi a piede, si è fatto passare a prendere da Maria. Quello che è successo nella via di Torvaianica, prima della coltellata, non è certo. I cellulari dei due sono stati divorati dall'incendio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fatto sta che Raco ha colpito la donna, poi l'ha distesa sui sedili posteriori e quindi appiccato il rogo mortale. Da capire resta soltanto il movente, se i due fossero più che semplici amici e se alla base del folle gesto ci siano stati dei motivi sentimentali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma appena 2 nuovi contagi in 24 ore: sono 3055 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 2754 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagi: sono 2710 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento