Marco Toscano morto in un incidente sulla Tiburtina: "Abbiamo perso una persona speciale"

Il ricordo del direttore di Aquaniene dove il 27enne aiutava volontariamente gli atleti diversamente abili: "Era amato ed apprezzato da tutti. Ci mancherà tantissimo"

Marco Toscano aveva 27 anni (foto profilo facebook)

Un ragazzo speciale amato da tutti". Ha un groppo in gola Gianni Nagni, direttore del circolo Aquaniene mentre ricorda Marco Toscano, il giovane centauro di 27 anni morto in un incidente stradale sulla via Tiburtina. Fisioterapista, era cresciuto sportivamente nel circolo sportivo dei Parioli del Circolo Canottieri Aniene, "dove lavorava come volontario prendendosi cura dei ragazzi diversamente abili che frequentano la nostra struttura". 

Nato e cresciuto a Roma, "Marco era un ragazzo speciale. Sempre pronto ad aiutare gli altri, soprattutto le persone che ne avevano più bisogno". Per una tragica fatalità nell'orario in cui poi ha perso la vita (intorno alle 20:00 del 3 luglio), il 27enne doveva essere proprio al circolo Aquaniene, "dove aveva un appuntamento per una terapia dalle 19:30 alle 21:00. Il black out che ha mandato in tilt la rete elettrica ha però fatto saltare l'incontro e Marco ha deciso di andare via prima". 

Residente nella zona del Tecnopolo a Settecamini, dove stava tornando a casa dopo una giornata di lavoro: "Marco era cresciuto in questo circolo - lo ricorda ancora Gianni Nagni - prima come nuotatore, poi come tuffatore". Un rapporto mai abbandonato quello del 27enne con il circolo sportivo di viale della Moschea. "Non mancava mai ad un appuntamento con i suoi ragazzi (i diversamente abili ndr), li aiutava nelle terapie, li portava alle gare ed era sempre pronto ad aiutarli. Un ragazzo d'oro, come pochi ne ho conosciuti". 

La vita di Marco Toscano si è però interrotta bruscamente sulla via Tiburtina, quando la moto che stava guidando ha impattto contro un autocarro in prossimità di un semaforo della strada consolare. Ferito gravemente per il 27enne però non c'è stato nulla da fare. "Sarebbe diventata una persona importante - racconta ancora a RomaToday il direttore di Aquaniene -. Nessuno lo dimenticherà mai, il suo sorriso, la sua disponiblità, la sua bellezza d'animo rimarrano per sempre nel ricordo e nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo". 

"Ciao Marco - scrive uno dei ragazzi per i quali il 27enne era sempre disponibile -. Oggi è una giornata molto triste, ti porterò sempre nel mio ❤️ Dio ti benedica grandemente grazie per quanto hai fatto per me😢😢😢😢 Mi mancherai tanto". 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Kit Care con Amore": il necessario diventa indispensabile per chi non ha programmato il ricovero ospedaliero

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

Torna su
RomaToday è in caricamento