De Vito: l'ex presidente dell'assemblea capitolina esce dal carcere e va ai domicliari

Era in carcere dallo scorso 20 marzo per corruzione nell'ambito dell'inchiesta sullo stadio della Roma

Marcello De Vito è stato arrestato lo scorso 20 marzo

Dopo tre mesi di carcere ha ottenuto i domiciliari l'ex presidente dell'assemblea capitolina, Marcello De Vito, arrestato per corruzione lo scorso 20 marzo nell'ambito di un filone dell'inchiesta sullo stadio della Roma. 

Lo ha deciso il gip Maria Paola Tomaselli che ha accolto favorevolmente una istanza presentata dal difensore Angelo Di Lorenzo. Sulla richiesta la procura di Roma aveva espresso parere favorevole. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni scorsi era uscito dal carcere e trasferito ai domiciliari anche l'avvocato Camillo Mezzacapo, considerato dagli inquirenti socio di De Vito.

Arresto De Vito: così voleva passare all'incasso 

20 marzo: arrestato Marcello De Vito 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

  • Tragedia a Roma: trovato nella sua auto il corpo senza vita di Rocco Panetta

Torna su
RomaToday è in caricamento