De Vito: l'ex presidente dell'assemblea capitolina esce dal carcere e va ai domicliari

Era in carcere dallo scorso 20 marzo per corruzione nell'ambito dell'inchiesta sullo stadio della Roma

Marcello De Vito è stato arrestato lo scorso 20 marzo

Dopo tre mesi di carcere ha ottenuto i domiciliari l'ex presidente dell'assemblea capitolina, Marcello De Vito, arrestato per corruzione lo scorso 20 marzo nell'ambito di un filone dell'inchiesta sullo stadio della Roma. 

Lo ha deciso il gip Maria Paola Tomaselli che ha accolto favorevolmente una istanza presentata dal difensore Angelo Di Lorenzo. Sulla richiesta la procura di Roma aveva espresso parere favorevole. 

Nei giorni scorsi era uscito dal carcere e trasferito ai domiciliari anche l'avvocato Camillo Mezzacapo, considerato dagli inquirenti socio di De Vito.

Arresto De Vito: così voleva passare all'incasso 

20 marzo: arrestato Marcello De Vito 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento