Atac, corteo di autisti e movimenti in Campidoglio: "No alla privatizzazione"

Non solo i lavoratori dell'azienda capitolina. A protestare contro liberalizzazioni e tagli dipendenti, studenti, attivisti e utenti: "Diritto alla mobilità per tutti"

Uno striscione del corteo - Foto Twitter Indipendenti.eu

“No alla privatizzazione, diritto alla mobilità per tutti”. Dietro questo striscione oltre un migliaio di persone, tra utenti e lavoratori, è scesa in piazza per un corteo dal Colosseo al Campidoglio per opporsi alla “alla privatizzazione dei trasporti pubblici, oltre ad un servizio più efficiente e garantito”. Dipendenti Atac, sindacati di base, movimenti, studenti, cittadini, migranti. In piazza anche i lavoratori delle aziende del trasporto locale private che svolgono le linee periferiche e Micaela Quintavalle degli auto organizzati del neomovimento Cambia-menti M410 da qualche settimana impegnati in un braccio di ferro con l'azienda capitolina.

Al centro della mobilitazione l'opposizione a “qualsiasi forma di privatizzazione” ma anche un rilancio del servizio pubblico. Stabilizzazione dei lavoratori interinali, stop agli straordinari 'forzati', nuove assunzioni, cambio ai vertici, una sospensione della dismissione degli ex depositi degli autobus. Questi punti messi all'ordine del giorno dai manifestanti uniti alla richiesta di “un nuovo welfare che permetta l'accesso alla mobilità per tutti”.  In serata è atteso un incontro tra una delegazione dei manifestanti e l'assessore alla Mobilità Guido Improta.

Nel mirino degli interventi della piazza non può che esserci l'emendamento approvato ieri in Senato che porta la firma della senatrice Lanzillotta che prevede la possibilità di aprire alle liberalizzazioni per i servizi di trasporto pubblico locale e di raccolta dei rifiuti della Capitale. I manifestanti puntano ad un incontro con l'assessore alla Mobilità Guido Improta.

L'appuntamento per tutti è al Colosseo alle 17 ma la protesta è iniziata prima. Come comunicato dagli stessi manifestanti alla fermata della metropolitana B Ponte Mammolo si è ripetuta la protesta messa in atto ieri a Piramide: saltare il tornello per non pagare il biglietto. Gli attivisti hanno stampato un biglietto simbolico “per la libertà di movimento” cambiando alcuni particolari del tradizionale biglietto Atac. Costo: zero. Validità: sempre. “Reddito indiretto per tutti”, l'altra scritta del 'finto' ticket.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento