Prati: entra in ascensore e palpeggia una ragazzina, caccia al maniaco

Le violenze a danno di una 13enne che si trovava nell'elevatore assieme a due coetanee. Indagano i carabinieri

Immagine di repertorio

Palpeggiata da un uomo mentre si trovava in ascensore con due amiche. Vittima di violenza sessuale una ragazzina di 13 anni presa di mira nel pomeriggio di martedì 3 settembre in una palazzina in Prati.

Secondo quanto denunciato dal padre dell'adolescente ai carabinieri, la 13enne si trovava in compagnia di due coetanee. Entrate nell'ascensore della palazzina dove vive una delle tre amiche, mentre salivano nell'elevatore le tre sono state sorprese da un uomo che le ha spintonate, ha chiuso le porte e si è avventato contro una delle adolescenti molestandola e palpeggiandola. 

Degli interminabili secondi di terrore con il maniaco, che una volta fermatosi l'ascensore, si è poi dato alla fuga fra le urla delle tre amiche. Sotto choc le giovani hanno raccontato quanto accaduto ai genitori allertando le forze dell'ordine. 

Sul posto sono intervenuti quindi i carabinieri della Stazione Roma Prati che, raccolte le prime testimonianze, hanno cominciato da subito la caccia all'uomo, di età compresa fra i 30 ed i 40 anni, di carnagione bianca, con indosso una maglia a maniche lunghe e dei pantaloncini corti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciata la violenza sessuale dal padre della vittima ai carabinieri, le tre giovani verranno ascoltate in audizione protetta per raccogliere ulteriori elementi utili a risalire al maniaco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento