Umiliazioni, punizioni e maltrattamenti ai bimbi dell'asilo: sospese due maestre

Le indagini da parte degli investigatori della Squadra Mobile che hanno documentato i fatti anche attraverso sistemi di intercettazione audio-video

Avevano paura ad andare all'asilo. Da qui che nasce l'indagine che ha portato gli agenti della Squadra Mobile di Roma a dare escuzione ad un provvedimento di sospensione cautelare dal servizio di due maestre, indiziate di maltrattamenti fisici e psicologici in una scuola dell’infanzia a Fiumicino

Nella mattinata di martedì 25 giugno la IV sezione della Squadra Mobile di Roma, al termine di una delicata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia, ha eseguito l’ordinanza di applicazione della misura interdittiva della “sospensione da un pubblico ufficio o servizio” a carico di due maestre della scuola dell’Infanzia Isola dei Tesori di Fiumicino.

L’indagine nasce dalla denuncia dei genitori di un piccolo alunno che avevano notato nel figlio, da alcuni mesi, chiari segni di disagio, paura di andare a scuola, scatti d’ira, pianto e aggressività.

Dall’attività investigativa, delicata e complessa allo stesso tempo, poiché riguardante vittime così giovani di età, sono emersi inequivocabili comportamenti posti in essere da M.I. e M.A., atti a mortificare i bambini: minacce, continue grida e costrizioni, epiteti ingiuriosi come “scemo” e punizioni, come quella dell’obbligo di rimanere per lungo tempo immobili, seduti con la testa poggiata sul banco, senza poter fare il minimo gesto o emettere suono.

Alcuni bambini sono stati isolati dal contesto della classe e “confinati” dietro la cattedra, mentre in altre occasioni una delle maestre ha usato le mani di un bambino per colpirne un altro, incitandolo a colpire “più forte”, in un’agghiacciante esempio di reazione “occhio per occhio, dente per dente”.

Le due donne non hanno desistito dai comportamenti vessatori neanche di fronte al pianto di alcuni di loro, e agli inutili tentativi dei piccoli di fuggire dall’aula, li hanno avvicinati, sollevati di peso, strattonati e trascinati da una parte all’altra della stanza.

Per tali condotte, documentate dagli investigatori anche attraverso sistemi di intercettazione audio-video, il GIP del Tribunale di Civitavecchia ha disposto il provvedimento cautelare: le due donne, gravemente indiziate, in concorso tra loro, di maltrattamenti fisici e psicologici ai danni dei loro piccoli alunni, sono state sospese e per un anno non potranno ritornare a scuola.

Sono profondamente rammaricato per quanto accaduto alla scuola dell'infanzia statale L'isola dei tesori a Fiumicino. Ho appreso questa mattina che due maestre statali che li lavorano hanno ricevuto un provvedimento di interdizione dal servizio per maltrattamenti fisici e psicologici sugli allievi. Non vorremmo mai ascoltare notizie del genere" Dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

"Le due maestre lavorano in una struttura statale e sono dipendenti statali, non comunali. In ogni caso, come Amministrazione, e dopo gli avvenimenti passati, negli ultimi mesi abbiamo intensificato controlli e attività di supporto per le nostre insegnanti che lavorano nei nidi e nelle materne comunali, a loro tutela ma soprattutto a tutela dei bambini che frequentano tali istituti.

Stiamo anche studiando e predisponendo ogni attività nell'eventualità diventi legge- conclude Montino - quello che oggi è un ddl, per l'installazione delle videocamere in asili e materne, pubblici e privati. Il bene dei nostri bambini rimane per noi la priorità assoluta". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

Torna su
RomaToday è in caricamento