Maltratta e violenta la moglie minacciando di far esplodere casa, voleva i soldi per il crack

Le violenze avvenivano da tempo anche in presenza del figlio minore della coppia

Quaranta, 50 euro al giorno per il crack ottenute dalla moglie con la violenza e la minaccia di far esplodere la loro casa con il gas a Morena. Con questa accusa è stato arrestato dalla Polizia di Stato, che ha eseguito una misura cautelare emessa dal Tribunale, un cinquantenne già noto alle Forze dell’Ordine.

Dopo anni di violenze la moglie dell’arrestato si è rivolta ai poliziotti del commissariato Romanina diretto da Laura Petroni. La donna ha raccontato che il marito, soprattutto per ottenere i soldi per la droga, la minacciava con ogni mezzo e, sempre usando la violenza, la costringeva ad avere rapporti sessuali.

Violenze e minacce che avvenivano anche alla presenza del figlio minore della coppia.

Gli investigatori, che conoscevano il passato dell’uomo, dopo aver ascoltato, con le cautele del caso, la vittima ed aver raccolto una serie di riscontri oggettivi, hanno informato la Magistratura.

Il GIP del Tribunale di Roma ha fatto proprie le risultanze investigative ed ha disposto per il cinquantenne la custodia cautelare in carcere.

L’ordinanza è stata eseguita dagli stessi agenti del commissariato che hanno accompagnato l’uomo nel carcere di Regina Coeli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

  • Maltempo a Roma, un'altra strage di alberi: strade chiuse e auto schiacciate dai rami 

Torna su
RomaToday è in caricamento