Vandali danneggiano estintori a scuola, liceali entrano nell'istituto e accusano malore

L'intervento delle ambulanze del 118 e della polizia di Stato al Peano di via Francesco Morandini

Il Liceo Peano di via Morandini (foto google)

Sono entrati al liceo ed hanno cominciato ad accusare bruciore agli occhi ed alla gola, per poi cominciare a tossire e ad avere difficoltà respiratorie. Ad essere costretti alle cure mediche delle ambulanze del 118 alcuni studenti del Liceo Scientifico Statale Peano. La chiamata al 118 nella tarda mattinata di mercoledì 18 dicembre da via Francesco Morandini, a Vigna Murata. 

In particolare i ragazzi, che già il giorno precedente avevano fatto le spese con variazioni delle attività didattiche "causa atti vandalici", hanno cominciato a sentirsi poco bene una volta varcati gli ingressi dell'istituto superiore. 

Allertati i soccorsi, i liceali sono poi stati assistiti dal personale medico del 118 senza dover ricorrere alle cure dell'ospedale. Alla base del malore alcuni "estintori danneggiati" con le polveri degli stessi che avrebbero saturato l'aria poi respirata dai ragazzi. 

Proprio al Liceo Peano, dopo una prima circolare che, causa sempre problemi con gli atti vandalici, posticipava per gli studenti la data di scadenza per la consegna dei PDP (Piano Didattico Personalizzato) e PEI (Il Piano educativo individualizzato), posticipandolo ad oggi 19 dicembre, si è tenuto nel pomeriggio di ieri, in Aula Rosa, alla presenza del Dirigente Scolastico, un incontro aperto agli studenti e alle famiglie, al personale docente e ATA nel quale si è discusso anche del femomeno degli atti vandalici che nelle ultime settimane hanno riguardato sia il Peano che altri istituti superiori della zona. 

Fenomeno degli atti vandalici negli istituti superiori di Vigna Murata e Roma 70 sulla quale stanno indagando gli agenti di polizia, nel caso di mercoledì quelli del commissariato Colombo. Proprio lo scorso 13 dicembre furono i poliziotti del Commissariato Tor Carbone, durante un servizio di appostamento volto a proprio a prevenire gli atti vandalici all’interno degli istituti scolastici della zona, a fermare due giovani liceali, di 19 e 17 anni, notati nei pressi di via Morandini. 

Fermati dai poliziotti i due non seppero giustificare la loro presenza in quel luogo. Indagando gli agenti appurarono che poco prima i due, dopo aver rubato un estintore dal parcheggio del vicino centro commerciale i Granai, lo avevano ‘svuotato’ all’interno di un istituto superiore della zona per poi abbandonarlo in un prato adiacente in via Francesco Morandini, dove i due successivamente vennero fermati dal personale della Polizia di Stato. Motivo dell'atto vandalico? Evitare interrogazione e compito in classe in programma il giorno successivo a scuola. 

Terminate le indagini i due vennero denunciati per furto, danneggiamento e interruzione di pubblico servizio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento