Malore durante partita di futsal: "Ingiustificato ritardo dell'ambulanza"

La nota stampa della Salernitana Femminile: "Tanta paura a Roma ma con lieto fine. Per la Di Deo nessuno problema di carattere cardiaco e fisico"

Foto facebook Salernitana Femminile

Prima la notizia del malore accorso ad una giocatrice della Salertinata Femminile impegnata domenica in un match giocato al Pala Gems di Tor di Quinto, poi la precisazione della Asd Virtus Fenice sul provvidenziale primo ntervento del proprio staff sanitario presente al palazzetto di via del Baiardo, infine la nota stampa della società di futsal campana che racconta la paura vissuta da atleti e dirigenti della compagine salernitata. Questo il comunicato per intero della Salernitana Femminile

Tanta paura ieri sera (domenica 10 aprile ndr) al Palagems di Tor di Quinto (Roma) nel corso dell’ultima partita stagionale del Campionato Nazionale di serie A di calcio a 5 femminile, girone B tra Virtus Fenice e Salernitana Femminile, quando a due minuti dal fischio finale sul risultato di 3-3, la nostra giocatrice Debora Di Deo si è accasciata a terra colta da un improvviso malore. Sebbene la numero nove granata sia stata soccorsa prontamente dal medico della Virtus Fenice presente al palazzetto (così come attualmente previsto dal regolamento) con il supporto dei Mister Boranga ed Alessio, non possiamo non segnalare il gravissimo e scandaloso tempo, di circa quaranta minuti, che si è dovuto attendere per l’arrivo di un’ambulanza, ritardo ingiustificato che poteva portare, in altri casi, conseguenze assai peggiori. 

Con l’arrivo del 118, dopo aver fatto tutti gli accertamenti del caso sul posto, la Di Deo è ritornata a Salerno con la squadra e qui, nella nottata, accompagnata dalle colleghe Potolicchio e Radu e dal Presidente Pizzicara, che ha voluto accertarsi personalmente delle condizioni della propria atleta, è stata sottoposta ad ulteriori esami presso l’Ospedale San Leonardo di Salerno che, fortunatamente, non hanno evidenziato nessun problema di carattere cardiaco e fisico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto si è concluso nel migliore dei modi, con tanta paura ed apprensione sia da parte dei dirigenti, delle atlete e del pubblico presente, ma ci sembra opportuno fare una riflessione: quanto ancora dovremo aspettare e quanti episodi di questo genere dovranno capitare affinchè si dotino tutti gli impianti sportivi dei mezzi necessari per garantire la saluta di tutte le atlete? Un problema che la nostra società affronterà al più presto con il Presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli, nella speranza che episodi del genere non possano più accadere e che, finalmente, si cominci a parlare di una seria prevenzione finalizzata alla tutela delle atlete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento