Mafia nigeriana a Castelverde: 40enne in manette per sfruttamento della prostituzione

L'operazione Athenaeum ha portato all'arresto di 59 persone in tutta Italia. Le indagini partite nel 2011 dopo numerose aggressioni a colpi di machete avvenute a Torre Angela e Torrenova

Il blitz degli agenti della Polizia Locale a Castelverde

Una vera e propria organizzazione mafiosa, operante in tutta Italia. Da Torino, dove aveva la sua base operativa, a Novara, passando per Verona, Alessandria, Bologna e Roma. Proprio qui, nella zona di Castelverde, periferia est della Capitale, gli agenti del Gruppo Spe e del VI Torri della Polizia Locale di Roma Capitale, diretti dal comandante Antonio Di Maggio, hanno trovato ed arrestato un 40enne nigeriano, destinatario di una delle 59 ordinanze di custodia cautelare emananate questa mattina, come disposto dalla Procura di Torino, in tutto il territorio nazionale.

L'uomo, trovato all'alba di questa mattina in una abitazione di Castelverde, dovrà difendersi dalle accuse di "sfruttamento della prostituzione". Nella casa del 40enne, dove i 'caschi bianchi' hanno rinvenuto materiale di "rilevante importanza investigativa", erano presenti al momento del blitz otto donne, sulle quali sono in corso accertamenti da parte degli investigatori. I reati accertati, nel corso dell'indagine, sono quelli di rapina, tentato omicidio, lesioni personali, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, sfruttamento della prostituzione, falsificazione di carte di credito e immigrazione clandestina.

MAFIA NIGERIANA - Una articolata indagine, portata a termine dai carabinieri e della polizia locale di Torino, che ha preso il via tra il marzo e l'aprile del 2011, quando una serie di violente aggressioni a colpi di machete, consumatesi nelle zone di Tor Bella Monaca, Torre Angela e Torrenova, si 'guadagnarono' le prime pagine della cronaca romana e nazionale. Proprio da quelle violenze cominciarono le investigazioni dei carabinieri della Compagnia di Frascati diretti a suo tempo dal Maggiore Giuseppe Iacoviello, che culminarono nel febbraio del 2012 con l'arresto di 34 persone appartenenti a due gruppi criminali nigeriani contrapposti, il gruppo degli 'Eye' (letteralmente 'Volo d'uccello') e quello degli 'Aye' ('Supremazia dell'uomo sulla terra'). 

OPERAZIONE CULTS  In quel caso con l'Operazione Cults si mise fine ad una violenta lotta intestina tra i primi nigeriani giunti in Italia (gli Eye) e le nuove leve (Aye) in lotta tra loro per la spartizione degli affari nel quadrante sud-est della Capitale. Le due bande si distinguevano tra loro per l'utilizzo di berretti di diversi colori, neri per il primo gruppo e blu per il secondo.  

DALL'OPERAZIONE CULTS A QUELLA ATHENAEUM - Inferto un duro colpo agli affarri delle due bande nel 2012, la mafia nigeriana non ha però smesso di trafficare nei propri affari, spostando la sua base operativa nella città di Torino. Sono infatti 44 gli arresti effettuati questa mattina nel capoluogo piemontese, ai quali se ne aggiungo altri 15 (per un totale di 59), compreso quello del 40enne trovato all'alba di questa mattina a Castelverde

LE CELLULE TORINESI - Nello specifico le indagini coordinate dalla Procura di Torino hanno permesso di scoprire l'esistenza di due organizzazioni contrapposte tra loro, che hanno preso origine dagli atenei nigeriani negli anni '60 e poi si sono espanse anche all'estero dedicandosi ad attività come la tratta di esseri umani, il traffico di droga, lo sfruttamento della prostituzione e altri reati.

MAFIA NIGERIANA - Il modello di ogni gruppo è quello mafioso: c'è un capo a livello internazionale (e anche uno a livello nazionale e locale) che non viene messo in discussione e governa la setta con il pugno di ferro. Gli affiliati erano di fatto schiavi a vita dell'organizzazione di riferimento. Ciascuna di queste agiva nei confronti degli adepti con torture e altre vessazioni. I gruppi sono perennemente in guerra tra loro per il predominio sul territorio, sempre per quanto riguarda le attività illecite. Stamattina il blitz, che ha riguardato anche la Capitale con l'arresto del 40enne di Castelverde. 

Sfruttamento prostituzione Castelverde 1-2


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale a Roma, bomba d'acqua sulla città: tre stazioni metro chiuse. Strade allagate

  • Palazzina a rischio crollo: evacuate 24 famiglie a Ciampino

  • Viabilità: le strade chiuse per sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre

  • Omicidio Luca Sacchi, 5 misure cautelari. Nello zaino di Anastasia 70mila euro per 15 chili di droga

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Nubifragio a Roma, città allagata dopo due ore di pioggia: sotto accusa il piano foglie che non c'è

Torna su
RomaToday è in caricamento