Mai in carcere per le tante gravidanze, Madame Furto stavolta va in galera. Deve scontare 25 anni

La 32enne è ritenuta responsabile di 42 furti. La donna è stata rintracciata ed arrestata dai carabinieri

Madame Furto fermata dai carabinieri lo scorso mese di marzo

Continua a far parlare di sé “Madame furto”, l’ormai tristemente nota cittadina bosniaca di 32 anni che deve la sua fama agli innumerevoli precedenti e arresti collezionati nella sua lunga carriera di borseggiatrice.

La donna fu arrestata a marzo scorso da una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma via Vittorio Veneto, che le notificarono un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti emesso a suo carico dal Tribunale di Roma per ben 42 furti a lei addebitati.

Le relative pene non vennero mai scontate per le molteplici gravidanze e per i numerosi figli piccoli che la donna doveva accudire. Anche a marzo la donna fu trovata in avanzato stato di gravidanza, motivo per cui l’Autorità Giudiziaria decise di differire l’esecuzione alla data del parto.

Nel frattempo, la pena è divenuta esecutiva e giovedì 30 maggio, i Carabinieri della Stazione Roma Quirinale l’hanno notata scorrazzare tra i passeggeri in transito nella stazione Termini in atteggiamento sospetto.

I militari l’hanno bloccata e portata in caserma, dove le hanno notificato il provvedimento che l’ha spedita nel carcere Rebibbia.

“Madame furto” deve scontare, complessivamente, 25 anni, 7 mesi e 7 giorni di carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento