San Giovanni: non paga l'affitto, poi minaccia di morte la figlia della proprietaria di casa

Il 30enne è stato deferito in stato di libertà per minaccia aggravata e procurato allarme

Le volanti della polizia della caserma di via Reni (foto d'archivio)

Moroso nell'affitto ha minacciato la figlia della proprietaria di casa simulando un malore e chiamando l'ambulanza. Questi alcuni degli ingredienti che hanno condito una violenta lite scoppiata nella tarda mattinata di martedì 19 marzo in zona San Giovanni fra un 30enne ed una donna di 39 anni. 

I fatti hanno cominciato a prendere corpo intorno alle 12:00 di ieri quando decine di telefonate al NUE 112 indicavano delle urla ed una violenta lite in un appartamento in zona San Giovanni. Sul posto arriva una volante della Questura di Roma ed individua subito la casa indicata dalle urla che si udivano sino in strada. 

I poliziotti della caserma di via Guido Reni entrano nell'appartamento e ci trovano i due litiganti. L'uomo accusa la donna di aver violato il suo domicilio ma la donna, carte alla mano, riferisce di essere la figlia della proprietaria di casa che le ha dato mandato di affittare una parte dell'appartamento, con la possibilità per la donna di utilizzare una stanza. 

La 39enne lamenta la morosità del 30enne sia nel pagamento del canone di locazione che nel pagamento delle bollette di luce e gas. Prima dell'arrivo della polizia l'uomo aveva però richiesto l'intervento di un'ambulanza affermando telefonicamente di aver avuto un malore.

La pantomima dell'uomo è però minata dalla presenza degli agenti, così quando l'ambulanza arriva nell'appartamento di San Giovanni il 30enne declina l'assistenza mandando via l'automedica senza nessuno dentro, se non il personale medico.

Appurata la veridicità del racconto della 39enne l'affittuario perde le staffe e mentre lancia effetti personali della donna fuori dalla finestra si rivolge agli agenti con riferimento alla figlia della proprietaria di casa: "Non rispondo più delle mie azioni, se non la portate via gli do una coltellata e l'ammazzo". 

Sedata la lite, il 30enne è stato quindi accompagnato negli uffici del commissariato San Giovanni di Polizia. Terminati gli accertamenti l'uomo è stato deferito in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria per "minaccia aggravata" e "procurato allarme". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento