Trovato morto in canale, c'è l'ipotesi di un pirata della strada: il punto sulle indagini

Sul posto sono intervenuti la volante di Polizia per la viabilità mentre i rilievi e le indagini sono affidate ai Carabinieri di Velletri

C'è anche l'ipotesi di un pirata della strada tra quelle prese in esame dai carabinieri che indagano sulla morte di Lionello Antonetti, il 56enne trovato morto alle 10 del 27 gennaio sulla strada provinciale Velletri-Nettuno meglio conosciuta come via dei 5 Archi al km 6. 

Il corpo di Lionello Antonetti, che non presentava evidenti segni traumatici sul corpo secondo il medico legale, è stato trovato da un cugino all'interno di una cunetta. L'uomo lo stava cercando, insieme ad altri familiari, poiché il 56enne non era rientrato a casa.

Al momento chi indaga, in attesa dell'autopsia che verrà eseguita nella giornata di oggi all'ospedale di Tor Vergata, non vuole escludere nessuna ipotesi.

Tra le cause della morte forse un malore, ma anche quella di un'auto pirata che potrebbe aver urtato Lionello Antonetti facendolo cadere nella cunetta per poi procedere nella marcia.

Supposizione, per ora. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Velletri. La strada, isolata, non sarebbe coperta da un sistema di videosorveglianza e quel tratto di strada, soprattutto la notte, è pericoloso vista l'assenza di marciapiedi e di un impianto di illuminazione pubblica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Domenica blocco auto a Roma: chi può circolare domani 23 febbraio

Torna su
RomaToday è in caricamento