Lidi abusivi a Lavinio e Lido dei Pini: sequestrati 40 lettini e 10 ombrelloni

Sanzionati i responsabili: occupavano abusivamente aree demaniali marittime per un totale di circa 1000 metri quadri

Mille metri quadri sottratti alla libera fruizione e trasformati in un area privata all'interno della quale affittare ombrelloni e lettini, ovviamente abusivamente. Ad interrompere la prassi questra mattina un blitz dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio unitamente al personale della Polizia Locale. Operato il sequestro di attrezzature balneari per un totale di  40 lettini, 10 ombrelloni e materiale vario tra cui teli ombreggianti e relative strutture che venivano utilizzate al fine di creare delle zone per il ricovero e per il noleggio delle attrezzature.

Il materiale, che è stato posto sotto sequestro, era posizionato abusivamente su alcuni tratti del litorale in due diverse aree nel comune di Anzio, in località Lavinio e Lido dei pini.

Nello specifico i soggetti, che sono stati sanzionati, occupavano abusivamente aree demaniali  marittime per un totale di  circa 1000 metri quadri traendo altresì da esse un illecito guadagno per effetto dell’attività di noleggio delle attrezzature.

L’operazione condotta questa mattina è in linea con quelle già effettuate negli scorsi giorni sul litorale di Anzio e Nettuno e si prefigge lo scopo di prevenire e contrastare l’occupazione di tratti di spiaggia che sono destinati alla libera fruizione da parte dei cittadini.

lido-abusivo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento