Socrate occupato, il liceo di Garbatella "contro la società della chiusura"

Questa mattina la votazione in assemblea. "La nostra è risposta al governo della repressione e del razzismo"

Socrate occupato

Continua la staffetta delle occupazioni nei licei di Roma. Dopo Mamiani e Virgilio (sgomberato una settimana fa) tocca al Socrate, storico liceo classico e scientifico del quartiere Garbatella. Lo striscione d’ordinanza - "Socrate occupato" - è appeso fuori dalla scuola di via Padre Reginaldo Giuliani, dove gli studenti dalle 8 di questa mattina affollano l'ingresso. 

"La votazione è avvenuta a maggioranza assoluta con solo 9 contrari e 13 astenuti" ha spiegato a RomaToday il rappresentante d'istituto Lorenzo Giardinetti. Un'occupazione che sia simbolo di "apertura", fatta di incontri, laboratori, ospiti d'eccezione (ma i nomi sono ancora top secret), in risposta a "una società che chiude i porti, chiude i confini, che porta avanti politiche di repressione e razzismo". Il calendario verrà presto svelato. "Vogliamo trasformare la scuola in un polo culturale". 

Gli studenti sono contro il governo, specie per ciò che riguarda le politiche su sicurezza e immigrazione firmate dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, con le stesse ragioni già esplicitate dai ragazzi che nelle scorse settimane hanno bloccato la didattica in altri istituti della Capitale. Ma non c'è nessun conflitto con il dirigente scolastico, assicura Giardinetti. "Il nostro è un gesto più ampio, una scelta derivata da un bisogno di reagire all'assenza di spazi di dialogo e confronto".  


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento