Polemiche al liceo Giulio Cesare: "E' emergenza omofollia". "Maschi selvatici, non checche isteriche"

I militanti di Lotta Studentesca hanno protestato contro la scelta di far leggere ai ragazzi del ginnasio il romanzo 'sei come sei' della Mazzucco. In contemporanea manifestazione del movimento Rotta di Collisione

“Maschi selvatici, non checche isteriche”. Non sono uomini che rivendicano la propria mascolinità. Ma studenti, in molti casi nemmeno maggiorenni, che contestano i programmi scolastici del liceo classico Giulio Cesare. Sono infatti queste le parole impresse sullo striscione dei militanti di Lotta Studentesca che, questa mattina 28 aprile, hanno protestato davanti alla storica scuola del quartiere Trieste

IL PROBLEMA – Bersaglio dei giovani il romanzo "Sei come sei" di Melania Mazzucco che affronta il tema dell’omosessualità e che rientra nelle letture proposte ad alcune classi del ginnasio.

La lettura prevista nell'ambito della "Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale", ha scatenato non poche polemiche ed ha portato anche alla denuncia dei professori. Nel libro si racconta la storia di una ragazzina, Eva, nata da due papà. Anzi, da un’inseminazione artificiale con utero in affitto. Dopo la morte di uno dei padri, Eva viene adottata dagli zii milanesi. Durante una gita scolastica, un gruppo di bulletti la bersaglia di cattiverie, accanendosi sulla sua vicenda umana. La ragazza reagisce e butta un compagno sotto la metropolitana e, convincendosi di essere un’assassina, fugge in treno dal papà (quello superstite) che vive ritirato sugli Appennini nel ricordo struggente dell’altro papà (quello morto). I due passano qualche ora insieme per poi tornare a Milano, a trovare in ospedale – e qui si conclude il romanzo – il bambino che Eva ha spinto sotto la metro.

Agli studenti di Lotta Studentesca la scelta però non è andata giù.

LE DICHIARAZIONI - “L’azione in questione”, ha dichiarato Andrea Di Cosimo, responsabile di Lotta Studentesca, “è stata effettuata per esprimere il nostro dissenso nei confronti della decisione di alcuni docenti di sottoporre, agli alunni delle classi del ginnasio, la lettura del romanzo ‘Sei come sei’, di carattere decisamente omosessualista e fin troppo esplicito. E’ inaccettabile che al giorno d’oggi, con la crisi che impera e con la disoccupazione a livelli record, vengano presentati ai giovani studenti modelli di vita deviati e perversi come se fossero la normalità o rappresentassero una priorità. Spetterà a noi ragazzi rialzare le sorti del nostro paese e non sarà di certo attraverso la propaganda gay che ciò sarà possibile. Il nucleo fondamentale della società è infatti la famiglia, quella tradizionale, formata da padre, madre e figli ed è solo su questo modello che si baserà il futuro della nostra nazione. Ci auguriamo che non si verifichino più episodi di questo tipo e che romanzi del ‘genere’ vengano eliminati definitivamente dalla scuola pubblica”.

IL MOVIMENTO ROTTA DI COLLISIONE - Questa mattina, hanno manifestato davanti al liceo anche gli studenti del coordinamento Rotta di Collisione. Il loro motto è stato “emergenza omofollia!”, per condannare i recenti eventi denunciati dal quotidiano la Stampa. Sul giornale era infatti apparso un articolo in cui si riportava l’estratto di un libro proposto ai ragazzi del liceo e contenente scene di sesso omossessuale.

“E' assurdo che in nome del contrasto dell’omofobia si sia arrivati a distribuire materiale pornografico tra i minorenni. Questi indottrinamenti mascherati da campagne di sensibilizzazione non troveranno mai il nostro appoggio ne tantomeno il nostro silenzio. Il Giulio Cesare, probabilmente tra i licei più famosi della capitale, meriterebbe di finire sui giornali per le sue eccellenze, non creare scandalo a causa di queste buffonate”, hanno dichiarato in una nota i responsabili del movimento studentesco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento