Quattro bombe a mano ripescate nel Lago di Martignano, chiuso arenile

Le bombe risalenti alla II Guerra Mondiale sono riemerse dalle acque del lago

Quattro bombe a mano risalenti alla II Guerra Mondiale sono state trovate sull'arenile del Lago di Martignano. A dare l'allarme un residente che ha immediatamente avvisato le forze dell’ordine. Le bombe sono riemerse probabilmente a seguito dell'abbassamento delle acque de lago.

Sul posto sono prontamente intervenuti i Carabinieri di Anguillara Sabazia e gli agenti del XV Gruppo di Polizia Locale che hanno provveduto al transennamento dell’area interessata e ad informare la Prefettura e il Genio Civile per le operazioni di disinnesco.

A tutela dei visitatori del lago il presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, ha anche emesso una ordinanza con la quale si dispone la chiusura al transito delle persone, fino a cessato pericolo, nell'area dell'arenile interessata dal ritrovamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento