"Piede di porco" e sollevatore idraulico per scassinare l'ufficio postale, un arresto

In fuga i due complici. Il tentativo alle Poste di Setteville di Guidonia. Indagano i carabinieri

Le Poste di vi Pascoli (foto google)

Un "piede di porco" ed un sollevatore idraulico. Questi gli attrezzi del mestiere con i quali una banda di ladri ha tentato di aprire le porte delle Poste. È accaduto la notte del 19 dicembre quando i carabinieri della Tenenza di Guidonia Montecelio hanno arrestato un 56enne italiano, originario di Catania, già noto alle forze dell’ordine con l’accusa di tentato furto.  

L’uomo è stato sorpreso dai Carabinieri mentre, insieme ad altri due complici, tentava di forzare la porta d’ingresso dell’ufficio postale in via Giovanni Pascoli, a Setteville, frazione del Comune di Guidonia Montecelio.

Alla vista dei militari, i malfattori tentavano la fuga e solo dopo un breve inseguimento, i Carabinieri sono riusciti a bloccare il 56enne, che portava al seguito uno zaino pieno di arnesi da scasso, quali una levachiodi (il cosidetto “piede di porco”), vari cacciaviti ed un sollevatore idraulico.

Il materiale rinvenuto è stato sequestrato mentre sono in corso accurate indagini per l’identificazione dei due complici riusciti a dileguarsi. L’arrestato è stato giudicato con il rito direttissimo presso il Tribunale di Tivoli che ne ha disposto la traduzione in carcere a Rebibbia.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento