menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ladra in carriera si nascondeva a Castel Romano: arrestata

A ricercarla due procure del nord Italia. A fermarla polizia mentre si trovava, ieri pomeriggio, all'interno dell'Outlet di Castel Romano

E’ terminata nel pomeriggio di ieri all’Outlet di Castel Romano la fuga di una professionista di furti e rapine ricercata da ben due Procure del nord Italia, quella di Milano e Venezia. Due i mandati di cattura emessi a carico della cittadina di etnia Rom di 23 anni, con alle spalle una considerevole carriera criminale.

Gli uomini della squadra investigativa del Commissariato “Spinaceto”, diretto dal dott. Moreno Fernandez, impegnati nei servizi finalizzati al contrasto dei reati predatori nella zona di Castel Romano, hanno notato una loro vecchia conoscenza alla guida di un’autovettura, con altre persone a bordo,  aggirarsi con fare sospetto tra i parcheggi del centro commerciale.

Il conducente, accortosi della presenza della Polizia di Stato, ha accelerato cercando di sfuggire al controllo. Nonostante le manovre elusive gli agenti hanno notato una donna sul sedile posteriore della vettura che cercava di nascondersi. A quel punto i poliziotti, dopo un breve inseguimento, hanno bloccato l’autovettura sospetta.

Al momento del controllo gli stranieri, vistosamente agitati e contrariati, hanno inveito contro gli agenti cercando di distoglierli dal controllo. Nonostante ciò i poliziotti hanno effettuato i necessari accertamenti  riuscendo così a scoprire che a carico della donna pendevano due mandati di cattura dovendo espiare 4 anni di reclusione.

La straniera, irregolare sul territorio nazionale, rea di due evasioni, consapevole di essere ricercata nel nord d’Italia, aveva deciso di rifugiarsi presso alcuni familiari residenti al campo nomadi di Castel Romano. Al termine, la donna è stata accompagnata presso il carcere di Rebibbia.

Potrebbe interessarti

Commenti (2)

  • ho un accendino

  • Organizziamo un faló

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Omicidio a Prati: gestore di una vineria ucciso da un tassista

  • Cronaca

    Sciopero a Roma, il 31 maggio metro e bus a rischio

  • Cronaca

    Rissa tra coppie al parcheggio del Centro Commerciale: donna stesa da un pugno

  • Cronaca

    Omicidio Nino Sorrentino, residenti sotto choc: "Una brava persona, ben voluta da tutti"

Torna su