Spray al peperoncino contro il padrone di casa che la scopre, arrestata ladra d'appartamento

Stessa sorta toccata ad uno scooterista fermatosi per aiutare la vittima. In manette una 23enne, in fuga la complice. I fatti in zona Monte Mario

Si è guadagnata la fuga a colpi di spray al peperoncino dopo aver 'ripulito' un appartamento in zona GiustinianaMonte Mario. Appartenente ad una delle famiglie storiche della baracopoli de La Barbuta la ladra, una 23enne nata in Sardegna, è stata però arrestata dagli agenti del Reparto Volanti e del commissariato Primavalle. I fatti nel pomeriggio di ieri in una abitazione di via Alessandro Avoli. 

FURTO CON SCASSO - In particolare la 23enne, dopo aver scassinato una porta finestra è entrata, insieme ad una complice, nell'appartamento preso di mira ma, ancor prima di avere il tempo di rubare, le donne sono state sorprese dal padrone di casa. L’uomo ha provato a bloccarle ma è stato colpito da un getto di spray al peperoncino; stessa sorte per uno scooterista che, udendo le  grida, ha provato ad aiutare il malcapitato.

COMPLICE IN FUGA - Le stesse grida per le quali vari cittadini hanno chiamato il 112 che, in pochissimi istanti,  ha inviato due pattuglie della Polizia di Stato. I poliziotti sono riusciti a raggiungere e fermare la 23enne, mentre l’altra ragazza era già riuscita a far perdere le sue tracce.

DIVERSI ALIAS - La giovane residente a La Barbuta, ampiamente conosciuta dalle forze di polizia nonostante le decine di nomi usati durante la sua carriera criminale, nascondeva addosso un grosso cacciavite ed una pinza ed è stata arrestata con l’accusa di rapina. Gli investigatori sono al lavoro per dare un nome alla ragazza in fuga.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Però è colpa nostra se non c'è integrazione...

  • fieri della vostra cultura.... lo dice la terza carica dello stato laura boldrina

  • E' nata in Sardegna ma non si conosce il nome? Ha precedenti ma ancora non si riesce a darle un nome? Alla fine non si può scrivere zingara per non essere segnalati come omofobi. Alla fine aggiusta tutto il giudice dandole i domiciliari.

  • E poverina... si sta integrando, datele tempo...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Festa della liberazione divisa, Anpi: "Oggi niente polemiche". Comunità Ebraica: "Uniti ma nella verità"

  • Cronaca

    Incendio al Salario: distrutti venti motorini e un'auto, si indaga sulle cause

  • Cronaca

    Fontana di Trevi, ennesimo bagno: turista tedesca multata di 450 euro

  • Cronaca

    Pigneto, ubriaco alla guida tenta di investire un agente: per fermarlo partono tre spari

I più letti della settimana

  • Incidente a Villa Torlonia: scontro tra un'auto e due moto, morto 18enne

  • Corso Trieste: albero crolla su auto parcheggiate

  • Maxi tamponamento sulla Flaminia: è morto uno dei feriti. Indagato l'ex calciatore Fiore

  • Scontro tra 2 tram in via Labicana: ferito lievemente un conducente

  • Portonaccio: cambia la viabilità ma nessuno ha avvisato i residenti

  • 25 aprile, tutte le manifestazioni per la Festa della Liberazione

Torna su
RomaToday è in caricamento