Convegno: la lingua dei segni nell’Unione Europea

Nell'ambito della riunione del Consiglio Direttivo dell'EUD - Unione Europea dei Sordi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Nell'ambito della riunione che il Consiglio Direttivo dell'EUD - Unione Europea dei Sordi terrà a Roma il 3 ottobre si svolgerà a Roma un importante Seminario dal titolo "La lingua dei Segni nell'Unione Europea: testimonianze", organizzato dall'EUD in collaborazione con l'ENS. Com'è noto, l'EUD è l'organizzazione europea dei sordi, co-finanziata dall'Unione Europea, alla quale aderiscono numerose associazioni nazionali dei sordi, tra cui l'ENS che è membro dal 1985, ed ha l'obiettivo principale di tutelare i diritti dei cittadini europei sordi. Con sede a Bruxelles, Belgio, è l'unica organizzazione sovranazionale che rappresenta le persone sorde a livello europeo ed è una delle poche ONG europee che rappresenta le associazioni di tutti i 28 Stati membri dell'UE, tra cui l'Islanda, la Norvegia e la Svizzera. Ha l'obiettivo di stabilire e mantenere un dialogo con le istituzioni dell'Unione Europea, in consultazione e cooperazione con le Associazioni membri ed ha assunto lo status partecipativo presso il Consiglio d'Europa. L'EUD è, inoltre, membro a pieno titolo del Forum Europeo della Disabilità (EDF) ed è membro regionale cooperativo della Federazione Mondiale dei Sordi (WFD) con lo scopo di affrontare questioni di importanza globale. E' supportato dall'unità "Uguaglianza" all'interno della Direzione Generale Giustizia della Commissione Europea. L'obiettivo principale dell'EUD è quello di raggiungere la parità nella vita pubblica e privata per le persone sorde in tutta Europa, affinchè possano diventare cittadini a pieno titolo, attraverso il riconoscimento del diritto all'utilizzo di una propria Lingua dei Segni, al pieno accesso all'informazione e alla comunicazione, nonché il diritto all'uguaglianza nell'istruzione e nel lavoro.

PROGRAMMA

Apertura dei lavori

- Giuseppe Petrucci, Presidente Nazionale ENS Onlus

- Humberto Insolera, Vicepresidente EUD

Iter legislativo della Lingua dei Segni Finlandese: dalla Costituzione del 1995 ad oggi (resoconto su come il primo paese al mondo abbia ottenuto il riconoscimento della Lingua dei Segni a livello costituzionale e sui servizi forniti fino ad oggi)

- Markku Jokinen, Presidente EUD e Presidente Onorario WFD;

L'educazione delle persone sorde in Svezia (la Lingua dei Segni svedese nella legislazione riguardante l'integrazione scolastica)

- Louise Danielsson, Membro EUD e Università di Stoccolma;

Il processo di riconoscimento della Lingua dei Segni Ungherese (dalla Convenzione ONU al riconoscimento legislativo e costituzionale)

- Gergely Tapolczai, Membro EUD e Parlamento Ungherese;

Legge 27/2007: riconoscimento dei diritti di tutte le persone sorde (il percorso compiuto dalle parti sociali per la sua approvazione)

- Alfredo Gomez Fernandez, Membro EUD e Presidente FAAS;

Torna su
RomaToday è in caricamento