Da ingegnere a pusher della Dolce Vita: arrestato il principe dei locali notturni

Il 57enne è stato scoperto dagli agenti di polizia e trovato con la cocaina nella sua abitazione di San Godenzo a Roma Nord

La cocaina sequestrata dalla polizia a Roma Nord

Sino a tre anni fa lavorava come ingegnere, poi il cambio di attività con il professionista divenuto nel volgere di poco tempo un pusher di cocaina. Particolarità dell'uomo, un 57enne romano, la piazza dello spaccio, ovvero quella dei frequentatori dei locali della Dolce Vita romana, di cui faceva parte anche lui. A mettere fine al lavoro dell'uomo gli agenti della squadra investigativa del commissariato di Primavalle che lo hanno sorpreso nella sua casa a Roma Nord con 60 grammi di cocaina, soldi in contante e materiale per il taglio ed il confezionamento della sostanza stupefacente arrestandolo poi con l'accusa di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti"

FILONE INVESTIGATIVO - Una indagine vecchio stampo quella degli agenti del commissariato Primavalle, diretto dal dottor Pietro Tortora, che ha preso il via dopo una operazione dei carabinieri che lo scorso mese di ottobre ha portato all'arresto di 15 persone che fornivano hashish e cocaina ai frequentatori dei locali notturni e dei ristoranti di via Vittorio Veneto, dei Parioli e delle zone del Centro Storico. Sgominata la banda di fornitori è rimasto un vuoto, riempito nel volgere di breve da altri pusher che già spacciavano marginalmente nelle stesse aree, tra questi appunto l'ingegnere 57enne, divenuto nel volgere di poco tempo il "Principe dei locali notturni della Dolce Vita", dove non solo spacciava cocaina ma si intratteneva sino all'alba dormendo di giorno e partecipando alla "Movida Vip" anche mediante la sua attività di vendita di cocaina per una ristretta cerchia di clienti abituali ed insospettabili, fra cui diversi professionisti romani.

IL PRINCIPE DEI LOCALI NOTTURNI - Svolta attività investigativa anche notturna, con appostamenti e pedinamenti, i poliziotti hanno atteso il momento propizio bussando alla porta dell'insospettabile ingegnere all'alba dello scorso 8 novembre. Arrivati nella villa del 57enne nella zona di San Godenzo, a Roma Nord, gli investigatori di polizia hanno sorpreso il "Principe dei locali notturni" a letto, dopo aver passato la notte fuori. Nella casa dell'uomo, incensurato, gli investigatori hanno poi trovato e sequestrato la droga.

COCAINA NEL CONGELATORE - Sessanta i grammi di 'polvere bianca' rinvenuta dalla polizia nella casa dell'ingegnere a Roma Nord nonostante lo stesso l'avesse nascosta in alcune nicchie create ad hoc, compresa una ricavata nel congelatore del frigorifero. Nella sua abitazione inoltre sono stati trovati oltre 1000 euro in contanti e materiale per il taglio ed il confenziomaneto della cocaina. Sottoposto a fermo, l'Autorità Giudiziaria ha convalidato l'arresto con l'uomo condannato al regime dei domiciliari nella propria abitazione.  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Campidoglio, protestano contro il M5s: daspo per 25 lavoratori della Multiservizi

    • San Basilio

      San Basilio, fogne rotte e topi nelle case del Comune: esplode la rabbia dei cittadini

    • Cronaca

      Omicidio a Tor Vergata: agguato in strada, 43enne ucciso da quattro colpi di pistola

    • Cronaca

      Alessandrino, prima la rapina poi l'inseguimento. Testimoni: "Spari in strada"

    I più letti della settimana

    • Castro Pretorio, 20enne trascinata dietro ai cassonetti e violentata da due uomini

    • "C'è un uomo con un fucile": scatta l'allarme ma era solo una scopa

    • Omicidio a Tor Vergata: agguato in strada, 43enne ucciso da quattro colpi di pistola

    • 25 aprile, tutte le manifestazioni per la Festa della Liberazione

    • Incidente sulla Pontina, carambola tra auto: dopo lo scontro una finisce ribaltata

    • Sale sul tetto di un treno in sosta: 18enne romano muore folgorato

    Torna su
    RomaToday è in caricamento