Incidente Casilina, betoniera contromano per 1,6 chilometri. I testimoni: "Pensavamo ad un attentato"

Nove le auto travolte dal mezzo pesante che ha terminato la propria corsa sui binari delle Ferrovie Laziali all'altezza di viale Alessandrino

Una delle auto travolte dalla betoniera sulla via Casilina

Quando ho visto la betoniera travolgere auto e pedoni ho pensato ad un attacco terroristico". Sono increduli e visibilmente spaventati i testimoni che hanno assistito la mattina di venerdì 3 maggio all'incidente che ha visto un camion percorrere la via Casilina contromano travolgendo auto e pedoni che si trovavano sulla sua strada.  

A creare il panico a bordo del camion un uomo romano di 48 anni, rimasto ferito e trasportato in codice giallo al Policlinico Umberto I. In particolare il camionista, intorno alle 10:50 di stamattina, ha percorso contromano la via Casilina per 1,6 chilometri. Una corsa folle iniziata a via dei Colombi (altezza Policlinico Casilino) e terminata poi sui binari del tram delle Ferrovie Laziali all'altezza di viale Alessandrino, di fronte al supermecato Carrefour a Torrespaccata. 

Quasi due chilometri contromano nei quali la betoniera ha travolto nove auto ferendo altrettante persone. Fra loro una donna di 80 anni, investita da un'auto colpita dal mezzo pesante. Trasportata in codice rosso all'ospedale San Giovanni Addolorata le sue condizioni si sono aggravate una volta arrivata al pronto soccorso del nosocomio di via dell'Amba Aradam. Oltre a lei come detto sono altre quattro le persone rimaste ferite più gravemente, tutte in codice rosso per dinamica, a quanto si apprende nessuna di loro sarebbe in pericolo di vita. Due di loro al Policlinico di Tor Vergata, un'altra al San Giovanni e uno al Policlinico Casilino. Altri tre feriti sono invece stati trasportati in diversi nosocomi della città con Triage con codice giallo e codice verde. 

Una scenario quasi apocalittico quello che si è presentato ai primi soccorritori intervenuti sul posto. A spiegare bene lo stato d'animo dei testimoni una signora che ai microfoni di RomaToday afferma: "È un momento storico nel quale si pensa sempre all'Isis, alle immagini dei tir che travolgono ed ammazzano la gente. Ho visto questo camion impazzito ed ho pensato ad un attacco terrrostico". 

Fra i presenti anche il marito di una donna rimasta ferita: "Mia moglie sta benino - le sue parole -. Dell'auto distrutta non mi importa niente, erano tre passeggeri in auto compresa mia moglie, nessuno di loro per fortuna ha riportato gravi conseguenze"

Resta da ricostruire con esattezza la dinamica dell'accaduto. L'indagine sulla dinamica del sinistro è stata affidata agli agenti del VI Gruppo Torri della Polizia Locale di Roma Capitale, intervenuti sulla via Casilina con l'ausilio dei vigili urbani dei Gruppi Prenestino e Casilino. Oltre a loro le ambulanze del 118, i vigili del fuoco e la Polizia di Stato. 

Da accertare cosa abbia determinato la corsa contromano dell'autista della betoniera. Rimasto lievemente ferito il camionista, lo stesso è stato trasportato in codice giallo al nosocomio universitario di viale Regina Elena e sottoposto ai test su alcol e droga oltre ad altri accertamenti medici. Resta da comprendere se il camonista sia stato colto o meno da un malore. 

Fra le ipotesi, seppur remote, la Polizia di Stato, intervenuta in ausilio ai vigili urbani, con gli agenti del Reparto Volanti e quelli del Commissariato Casilino Nuovo, non esclude totalmente il gesto volontario. Alla domanda risponde Giuseppe Sangiovanni, vice questore del Reparto Volanti della Caserma di via Guido Reni presente sulla via Casilina assieme alle altre squadre di soccorso: "Una esclusione a priori del gesto volontario non siamo ancora in grado di darla, tendiamo a pensare che sia stato un malore ma non possiamo escludere al 100 per cento un gesto volontario". 

Il video | Betoniera fuori controllo sulla via Casilina 

In relazione alla dinamica dell'incidente sono infatti in corso ancora i rilievi scientifici da parte della Polizia Locale di Roma Capitale, titolare dell'indagine. Secondo una prima ricostruzione la betoniera proveniva dal Grande Raccordo Anulare. Sulla Casilina in direzione Centro, all'altezza di via dei Colombi/via Belon il mezzo pesante ha cominciato la sua corsa contromano percorrendo la strada consolare per 1,6 chilometri (dall'altezza del Policlinico Casilino all'incrocio con viale Alessandrino dove ha poi finito la propria corsa sui binari delle Ferrovie Laziali). 

I 'caschi bianchi' hanno ripercorso tutta la strada fatta dalla betoniera, ascoltato testimoni e acquisito le immagini di videosorveglianza che hanno ripreso la betoniera mentre travolgeva tutto quello che trovata sulla propria strada. Gli agenti hanno proceduto al sequestro dei mezzi e ulteriori accertamenti sono tutt'ora in corso per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti. La circolazione veicolare sulla via Casilina è regolare. 

Evidenti i segni del caos causato dal camion con auto danneggiate e detriti su tutti i quasi 2 chilometri percorsi contromano. Una possibile tragedia che solo per una fortunata casualità non ha causato delle vittime. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento