Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell'auto e finisce decapitato da una lamiera

A perdere la vita un 57enne di Aprilia. All'origine dell'incidente un colpo di sonno o l'asfalto bagnato. Sull'arteria, all'altezza di Pomezia si sono formati 10 km di coda

Terribile incidente sulla Pontina, all'altezza di Pomezia. Un operaio di 57 anni, originario di Aprilia, ha perso il controllo della propria auto, finendo fuori strada. Secondo quanto riferito dai carabinieri di Pomezia l'uomo, prima di finire fuori strada, sarebbe stato decapitato dalle lamiere.

A causare l'uscita di strada potrebbe essere stato un colpo di sonno o l'asfalto bagnato. A causa dell'incidente la polizia stradale rileva circa 10 chilometri di coda.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Non si è mai sentito di una persona deceduta per incidente stradale che sia morta senza versare una goccia di sangue e senza ferite evidenti. Mettetevi nei panni della famiglia della vittima, che vede la morte del loro congiunto "usata" per far aumentare le visualizzazioni di questa pagina. Questi particolari macabri si potevano anche evitare.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tentata occupazione a Tor Marancia: poliziotto precipita per due piani, è grave

  • Incidenti stradali

    Portuense, auto contro camion in sosta: morta una donna, tre feriti

  • Cronaca

    Blocco del traffico, multe e controlli: 270 veicoli sanzionati

  • Cronaca

    Corruzione a Rebibbia: agenti della penitenziaria a disposizione di un detenuto, tre arresti

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma, quattro scosse avvertite nella Capitale

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco traffico Roma domenica 22 gennaio: gioca la Roma, cambiano gli orari

  • Terremoto Roma, evacuate scuole a Roma e provincia

  • Incidente mortale sulla Colombo, disabile investito e ucciso

  • Terremoto Roma, l'esperto: "Sciame sismico in corso, legato agli episodi di agosto e ottobre"

Torna su
RomaToday è in caricamento