Incidente sulla via Ardeatina: malore alla guida, morto un uomo

Il sinistro all'altezza dello svincolo del Grande Raccordo Anulare. Sul posto la Polizia Locale di Roma Capitale

Immagine di repertorio

Tragedia stradale sulla via Ardeatina dove un uomo di 72 anni è morto in un incidente stradale in seguito ad un malore. E' accaduto intorno alle 8:30 di giovedì 26 setttembre sulla Strada Provinciale 3, in direzione Roma Centro. A perdere la vita Tonino Procopio. 

Ancora da ricostruire con esattezza la dinamica dell'accaduto. Secondo quanto si apprende l'uomo era alla guida della sua vettura, una Mercedes Classe E, trecento metri dopo lo svincolo del Grande Raccordo Anulare ha poi perso il controllo dell'auto, invadendo la corsia di marcia opposta dalla quale sopraggiungeva un furgone Daily Iveco condotto da un uomo di 47 anni. 

Venuti a contatto lateralmente l'auto ed il furgone, i primi soccorritori hanno trovato l'automobilista in auto già privo di vita, in seguito a quello che sembra essere stato un malore. Illeso il 47enne alla guida dell'Iveco, fermatosi a prestare i primi soccorsi. 

Sul posto per svolgere i rilievi scientifici e regolare la viabilità sono intervenuti gli agenti dell'VIII Gruppo Tintoretto della Polizia Locale di Roma Capitale che hanno chiuso temporaneamente le rampe di accesso del Grande Raccordo Anulare.

Inevitabili i disagi alla normale circolazione in un orario di punta di accesso in città con ripercussioni in entrambe le direzioni di marcia. Riaperta la strada il traffico è tornato progressivamente alla normalità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

  • Un uomo li truffa, loro reagiscono: lo sequestrano e lo pestano riducendolo in fin di vita

Torna su
RomaToday è in caricamento