Incidente in tangenziale est: perde controllo dello scooter e cade, morto 23enne

Il sinistro sulla circonvallazione Nomentana. E' l'undicesima vittima sulle strade di Roma dall'inizio di questo mese di luglio

Immagine di repertorio

Ancora un incidente stradale con esito mortale sulle strade della Capitale ed ancora una giovane vita spezzata. La tragedia è avvenuta intorno alle 5:30 di mercoledì 24 luglio sulla circonvallazione Nomentana (il veccchio tracciato della Tangenziale Est).

Qui un 23enne a bordo di uno scooter, Eduardo Giannini, questo il nome della vittima residente a Fiano Romano, ha perso il controllo del mezzo a due ruote che stava conducendo cadendo in terra. Trasportato in ospedale in condizioni critiche il ragazzo è poi deceduto a causa delle gravi ferite riportate.

In particolare l'incidente stradale è avvenuto in direzione stadio Olimpico, altezza uscita viale Etiopia, nel tratto di tangenziale est compreso fra le rampe Batteria Nomentana e Ponte delle Valli. Qui il 23enne ha perso il controllo del Suzuki Burgman per cause in via di accertamento per poi essere sbalzato dalla sella dello 'scooterone'.

Affidato alle cure del personale del 118 il giovane è stato trasportato in coma al Policlinico Umberto I dove è poi deceduto. Da accertare la dinamica dell'incidente mortale, sulla quale hanno svolto i rilievi scientifici gli agenti dei gruppi II Parioli e III Nomentano della Polizia Locale di Roma Capitale, a cui sono affidati i rilievi. 

Acquisiti le immagini video della tangenziale i 'caschi bianchi' stanno ascoltando delle testimonianze per ricostruire l'incidente stradale, che secondo i primi acccertamenti non sembrerebbe aver coinvolto altri mezzi. Per consentire l'intervento dei soccorritori si sono registrati dei forti rallentamenti alla circolazione stradale. 

La vittima di  circonvallazione Nomentana è l'undicesima di questo infausto mese di luglio del 2019. L'ultima in ordine cronologica si era registrata domenica 21 luglio in zona Porta di Roma - Parco delle Sabine. Qui sempre un giovane scooteriista, Bogdan Lucian Moscaliuc, 26 anni, è morto sul colpo dopo essere caduto dallo scooter Honda Sh 150 che stava guidando in viale Carmelo Bene. 

Prima del 26enne a Porta di Roma era stato Gaetano Carlomagno lo scorso 18 luglio a perdere la vita in via Anagnina. Sei giorni prima Angiolina Principessa è morta investita da un camion in piazzale Appio, a pochi metri dal cantiere della Metro C.

Lo scorso 6 luglio ha perso la vita Ahmed Abouhekal Abdelmoneam mentre attraversava la strada sulla via Salaria. Lo stesso giorno è toccato a Stefano Branco, sulla carreggiata esterna del Grande Raccordo Anulare. Domenica 7 luglio Marta Di Feboinfermiera 40enne, è morta dopo essere caduta dallo scooter che stava guidando sulla Nuova Circonvallazione Interna.

Nell'arco della stessa mattinata un secondo mortale: a perdere la vita a bordo della propria moto Yamaha XT 500 Roberto Tagliaferri. Ad inizio luglio Virgilio Frisetti, dopo un incidente avvenuto tra viale dei Romanisti e viale Palmiro Togliatti e morto in ospedale il giorno seguente.

Il giovane Marco Toscano è invece deceduto sulla via Tiburtina. Prima di lui ha perso la vita anche Sergio Sinistri. Un bilancio amaro che conta 80 persone decedute in questo 2019, contando anche la provincia della Capitale. 

Articolo aggiornato alle ore 16:37 del 24 luglio 2019. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento