Contromano sul Raccordo, scontro con un'auto: un morto. Arrestato per omicidio stradale

Per un 35enne alla guida di una Ford Fiesta non c'è stato nulla da fare. Ubriaco l'autista dell'altra vettura

Nel riquadro Giuseppe Petraroli, nella foto i soccorritori sul Grande Raccordo Anulare

Si è trovato un'auto in senso contrario sul Grande Raccordo Anulare. Una vettura contromano impossibile da evitare. Questo quanto ha determinato un incidente stradale costato la vita ad un ragazzo di 35 anni, rimasto incastrato fra le lamiere della propria vettura. Liberato dalla Ford Fiesta dai vigili del fuoco per Giuseppe Petraroli non c'è stato nulla da fare, i soccorritori intervenuti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso del ragazzo originario di San Vito dei Normanni. 

Incidente mortale sul Raccordo Anulare 20 marzo 

L'incidente mortale è avvenuto poco dopo la mezzanotte del 20 marzo al chilometro 26 della carreggiata interna del Grande Raccordo Anulare. Secondo gli accertamenti della Polizia Stradale di Settebagni intervenuta sul posto, il conducente della Ford Fiesta stava viaggiando sull'A90 in carreggiata interna. Fra le uscite 11 Nomentana e 12 Sant'Alessandro - Centrale del Latte, si è trovato davanti un'auto contromano, una Ford C-Max. Inevitabile l'impatto, violento, con una delle due vetture sbalzata in aria che ha poi terminato la propria corsa diversi metri più avanti ribaltata sul fianco destro. 

Auto contromano sul Raccordo Anulare 

Attivata la macchina dei soccorsi il conducente della C-Max è stato preso in carico dal personale del 118 che lo ha trasportato in codice rosso all'ospedale Sant'Andrea, sul posto anche il personale Anas ed i vigili del fuoco del Comando provinciale di Roma. Svolti gli rilievi da parte della della PolStrada gli agenti hanno accertato il fatto che l'auto condotta dal 59enne, al momento dell'impatto, si trovasse contromano sull'A90 per causa ancora al vaglio degli investigatori. Sottoposto ad alcol e droga test l'uomo è risultato ubriaco. Lo stesso è stato poi arrestato dagli agenti della PolStrada con l'accusa di "omicidio stradale aggravato".

Chiuso il Raccordo Anulare 

Chiusa la corsia dove è avvenuto l'incidente per consentire l'intervento dei soccorritori. Terminati i rilievi il tratto di A90 dove è avvenuto lo scontro mortale è stato riaperto alla normale circolazione intorno alle 4:30.  

Morto Giuseppe Petraroli

Giuseppe Petraroli era originario di San Vito dei Normanni, Comune della provincia di Brindisi. Romano d'adozione era un tifoso della SS Lazio, tanto da seguirla sia in trasferta che nel ritiro precampionato. Sulla sua pagina facebook aveva annunciato la sua voglia di andare a Salisburgo per seguire la squadra romana, impegnata il prossimo mese di aprile nei quarti di finale dell'Europa League contro la formazione austriaca. Amante della palestra, dalla Puglia Giuseppe Petraroli si era prima trasferito a Parma, dove aveva studiato per poi arrivare nella Capitale. Grande appassionato di viaggi, nei suoi programmi c'era quello di partire per il Giappone, per scoprire il Paese del Sol Levante. Stanotte i suoi sogni si sono infranti sul Grande Raccordo Anulare. 
 

Incidente mortale Raccordo 20 marzo 2018 4-2


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento