Morto Jacopo Bruni: il bodyguard dei Vip travolto ed ucciso in sella alla sua Vespa

Il 46enne lascia una moglie e due figli. L'incidente mentre tornava a casa dopo aver smontato dal turno di lavoro come guardia giurata

Jacopo Bruni aveva 46 anni

Stava tornando a casa a Monteverde dopo aver staccato dal turno di lavoro quando è stato travolto ed ucciso da un'auto. A perdere la vita Jacopo Bruni, 46 anni. L'incidente stradale è avvenuto alle 4:00 di domenica sulla Passeggiata del Gianicolo. Una maxi carambola nella quale sono rimaste coinvole la Vespa condotta dalla vittima, una Bmw ed una Peugeot 207, guidata da un ragazzo romano di 21 anni poi risultato positivo agli esami tossicologici, arrestato con l'accusa di "omicidio stradale" e trasferito nel carcere di Regina Coeli come disposto dal Pubblico Ministero. 

Morto Jacopo Bruni in in incidente stradale

Molto violento l'impatto che è costato la vita a Jacopo Bruni, deceduto subito dopo il trasporto d'urgenza all'ospedale San Camillo. Un bilancio grave, che parla anche di cinque feriti, due donne e due uomini in codice rosso ed una quinta persona refertata in ospedale con un codice giallo. 

Bodyguard dei Vip morto in un incidente al Gianicolo

A perdere la vita come detto Jacopo Bruni, classe 1973. Sposato e padre di due figli di 9 e 12 anni, il 46enne lavorava come guardia giurata e stava tornando a casa dopo aver staccato dal turno di lavoro. Con indosso la divisa il 45enne era molto conosciuto nella città di Roma. Oltre ad essere vigilantes svolgeva anche il lavoro di bodyguard dei Vip ed era volontario al Soccorso Alpino e Speleologico Lazio.

Il ricordo di Jacopo Bruni

Divulgata la notizia della sua morte, sono stati centinaia i messaggi di cordoglio per la perdita di Jacopo Bruni. "Salutiamo con affetto e profonda tristezza Jacopo Bruni, operatore speleologico del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS, ucciso a Roma nella notte tra sabato e domenica da un automobilista risultato positivo agli esami tossicologici per alcol e droga. Un abbraccio alla famiglia di Jacopo, ai suoi amici e ai colleghi del Soccorso Speleologico regionale da parte di tutto il Soccorso Alpino e Speleologico Lazio - CNSAS".

Guardia giurata morto in seguito ad un incidente stradale 

Centinaia anche i post lasciati da amici, familiari e conoscenti nella bacheca facebook di Bruni, divenuta con il passare delle ore ricordo e memoria del 46enne. "Diamo purtroppo la triste notizia della scomparsa di uno dei nostri allievi più eccellenti, nonchè Amico fraterno e operatore di eccellenza - lo ricorda Anna Giovanni Pato dell'Asd Trainign Shooting Center - Jacopo Bruni a seguito di un coinvolgimento in un incidente stradale provocato da un 21 enne ubriaco e drogato a bordo di un auto. E' accaduto questa notte alle ore quattro circa e Jacopo era come sempre alla guida della sua amata vespa". "Dai tempi dell’ Antù in solitaria, agli anni d’oro del QUBE - lo ricorda Daniele Tavani - Jacopo Bruni la porta dell’ agm la guarderai sempre, con le nostre vespe parcheggiate li fuori... Eri veramente uno dei migliori". 

Monteverde in lutto per la morte di Jacopo Bruni 

Ed ancora: "L'amore quello che si prova per una donna -‎ scrive Andrea Gentili‎ - quello che si prova per un figlio, quello che si prova per la persona splendida che sei stata. Dovevamo partire insieme non rinuncerò a farlo e so che sarai lì a proteggermi.." "Di solito non condivido questo tipo di sentimenti, di intimità ma Jacopo Bruni era una di quelle persone tanto belle dentro, riservato, gentile, rassicurante fuori e allora voglio condividerla. Oggi - posta Luca Galloni - oltre l’amarezza per il modo in cui è scomparso rimane però un bel ricordo di lui nei tanti momenti in cui ci siamo trovati insieme..sono passati quasi 20 anni e conserverò sempre sorridendo le immagini positive di quei momenti (...) Buon viaggio Jacopo". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • non è giusto che chi si droga per vizio uccida chi lavorava per bisogno. non è possibile morire così. la vita è dura e cattiva ,va di pari passo con la morte .morire così è sconvolgente. condoglianze alla moglie un abbraccio fortissimo ai figli...conosco il dolore che si prova per la morte di un padre quando si è bambini....

  • ormai sta diventanto la normalità, essere uccisi da un ubriaco/drogato

Notizie di oggi

  • Attualità

    Baobab, i volontari: "Pronti a resistere, 57 persone ancora in strada". E con il Comune è guerra di numeri

  • Cronaca

    Morte Desirèe Mariottini: riesame conferma accusa di omicidio per il senegalese 27enne

  • Attualità

    Smog a Roma: da gennaio 2019 stop ai veicoli più inquinanti 

  • Politica

    Piani di zona, la battaglia delle affrancazioni arriva in Parlamento

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Blocco traffico Roma, domenica primo stop. Niente auto nella fascia verde: fermi anche i Diesel euro 6

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

  • Incidente sulla Tuscolana: si aggrava il tragico bilancio, dopo Alessandro è morto anche l'amico Giordano

Torna su
RomaToday è in caricamento