Incidente mortale ad Anagnina: acquisite le immagini. Gaetano è la nona vittima del luglio di sangue

Gaetano Carlomagno era a Roma in trasferta quando nel pomeriggio di giovedì ha perso la vita

Era a Roma per motivi personali Gaetano Carlomagno, il 32enne nato a Salerno morto in un incidente stradale all'Anagnina. La tragedia è avvenuta intorno alle 16 circa in prossimità di via Coprani, nella strada che porta verso il Grande Raccordo Anulare di Roma. Qui Gaetano Carlomagno, per cause ancora al vaglio, ha perso il controllo della sua moto Yamaha R1 finendo contro un palo dell'illuminazione, adiacente al semaforo.

Disarcionato dal mezzo, è quindi scivolato sull'asfalto. È morto sul colpo. Sul posto, per i rilevi scientifici del caso, gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale del VII Gruppo. Dai primi riscontri investigativi sembrerebbe esclusa la presenza di un altro mezzo nel sinistro mortale ma i caschi bianchi intendono vederci chiaro.

Le immagini delle telecamere di via Anagnina sono state acquisite in entrambi i sensi di marcia, così come sono stati ascoltati alcuni testimoni presenti. Uno di loro ha raccontato di aver visto un'auto scura vicino la moto ma è presto per tirare conclusioni affrettate. 

Nessuna ipotesi, così, viene esclusa, neanche quella che Gaetano Carlomagno possa aver avuto un malore e, quindi, l'autopsia aiuterà gli inquirenti. 

Il 32enne residente a Potenza è la nona vittima del luglio di sangue sulle strade della Capitale. Solamente la scorsa settimana, Angiolina Principessa è morta investita da un camion in piazzale Appio, a pochi metri dal cantiere della Metro C.

Lo scorso 6 luglio ha perso la vita Ahmed Abouhekal Abdelmoneam mentre attraversava la strada sulla via Salaria.  Lo stesso giorno è toccato a Stefano Branco, sbalzato fuori dal tettino della Smart nella quale si trovava mentre viaggiava sulla carreggiata esterna del Grande Raccordo Anulare.

Domenica 7 luglio Marta Di Feboinfermiera 40enne, è morta dopo essere caduta dallo scooter che stava guidando sulla Nuova Circonvallazione Interna.

Nell'arco della stessa mattinata un secondo mortale. A perdere la vita a bordo della propria moto Yamaha XT 500 Roberto Tagliaferri. Ad inizio luglio Virgilio Frisetti, dopo un incidente avvenuto tra viale dei Romanisti e via Palmiro Togliatti e morto in ospedale; il giovane Marco Toscano, fisioterapista residente a Settecamini, è invece deceduto sulla via Tiburtina. Prima di lui ha perso la vita anche Sergio Sinistri.

Una scia di sangue ancora più pesante se si aggiunge anche l'incidente avvenuto nel comune di Tivoli, dove è morto Antonio Maglia. Un bilancio amaro che conta 78 persone decedute in questo 2019, contando anche la provincia della Capitale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

  • Incidente a Massimina: si ribalta con l’auto e innesca carambola con quattro vetture

  • Incidente mortale sull'A24: perde controllo dell'auto e si schianta contro guardrail

Torna su
RomaToday è in caricamento