Incidente a Roma Nord, ciclista muore sul Lungotevere: si scontra con un'auto e viene investito da un'altra

Per il giovane non c'è stato nulla da fare

Incidente mortale sul lungotevere Maresciallo Cadorna, poco distante dallo stadio Olimpico. Un ciclista di 22 anni è deceduto dopo essere stato investito da un'auto in seguito ad un precedente impatto con una prima vettura. La tragedia è accaduta ieri sera, 21 novembre, poco dopo le 22:00, in direzione piazzale Maresciallo Giardino. Tutta da accertare la dinamica che ha determinato la morte di Jonathan Campbell Bennet, cittadino canadese, i soccorritori intervenuti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Nel sinistro sono rimaste coinvolte due vetture, una Mini Cooper ed una Audi

Ciclista morto investito sul lungotevere Cadorna

Secondo i primi rilievi scientifici effettuati dagli agenti del II Gruppo Parioli della Polizia Locale di Roma Capitale il 22enne nordamericano sarebbe stato colpito da un'auto mentre pedalava sul lungotevere. Sbalzato dalla sella della sua bici da strada sarebbe stato investito da una seconda vettura. 

Disposta l'autopsia

Fermatisi a prestare i primi soccorsi i conducenti delle due auto coinvolte nell'incidente, entrambi italiani, la salma di Jonathan Campbell Bennet  è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria che ne ha disposto l'esame autoptico. Accompagnati dalle ambulanze del 118 al vicino ospedale Santo Spirito i due automobilisti sono stati sottoposti ad alcol e droga test. 

Ciclista investiti a Latina

Sempre nella serata di ieri 21 novembre, sulla via Appia, nel territorio di Cisterna di Latina, si è registrato un altro incidente mortale che ha coinvolto un ciclista. A perdere la vita un pedalatore di 35 anni di origini indiane, deceduto dopo essere stato colpito da un'auto, una Mercedes Slk. La tragedia intorno alle 22:00.

Ciclista morto sulla via dei Monti Lepini

Sempre nel territorio pontino, sulla via dei Monti Lepini, domenica 19 novembre era morto un altro ciclista. La vittima si chiamava Luciano Marangon, 76 anni, residente a Latina. L'uomo era in sella alla sua bicicletta e stava percorrendo la 156 Monti Lepini quando, all'altezza di Sezze Scalo, ha improvvisamente perso il controllo del mezzo e un'auto che lo stava superando lo ha investito. 

Ciclisti investiti a Tivoli e Guidonia 

Prima di allora altre tragedie che hanno visto la morte di un ciclista si erano verificate a Tivoli e Guidonia, Comuni della provincia nord est della Capitale. Nel primo caso, il 17 giugno, a perdere la vita fu un pedalatore romano di 45 anni, morto dopo essere stato investito da un camion per la raccolta rifiuti in via Mazzini. Prima di lui, il 12 marzo sempre di quest'anno, a perdere la vita era stato un ciclista di 87 anni, colpito da una vettura mentre pedalava su viale Roma, nel Comune della Città dell'Aria. 

Investimento Marco Artiaco

L'ultimo investimento mortale nella Capitale avvenne invece l'8 ottobre del 2016, quando Marco Artiaco morì dopo essere stato investito mentre percorreva con la sua bicicletta il lungotevere della Magliana, all'altezza di via Pian due Torri. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento