Fiumicino, incidente aeroporto: ragazza investita da un camion del catering di un aereo

La giovane, immediatamente soccorsa, è stata portata all'ospedale Grassi di Ostia e successivamente è stata trasferita al San Camillo. Usb: "Ancora un gravissimo incidente coinvolge una lavoratrice Icts"

E' in gravi condizioni ma non in pericolo di vita una ragazza di 30 anni, lavoratrice della ditta Icts, che nel pomeriggio del 6 febbraio è stata investita sulla pista dell'aeroporti di Fiumicino da un truck del catering di un aereo pronto per il decollo per coprire la tratta Roma New York.

La giovane, immediatamente soccorsa, è stata portata all'ospedale Grassi di Ostia e successivamente trasferita al San Camillo. La ditta coinvolta, esterna e che non ha nulla a che vedere con Aeroporti di Roma, sarà ora ascoltata dagli agenti della Polaria e dell'autorità aeroportuale competente per comprendere la dinamica esatta dell'incidente avvenuto nei pressi di una piazzola aeromobile.

Sul caso è intervenuta anche la sigla sindacale Usb che, nel pomeriggio di venerdì, ha protestato davanti allo scalo Leonardo Da Vinci per rilanciare il tema della sicurezza: "Prima ancora di valutare la dinamica di questo grave incidente, Usb si schiera al fianco della collega di Icts e rileva come le procedure di protezione siano troppo lasche: serve adeguata supervisione di Enac e di AdR nell'applicazione dei regolamenti di scalo. Questo evento accade nella stessa giornata in cui due macchinisti hanno perso la vita in un disastroso incidente ferroviario. C'è ancora molto da fare in questo Paese perché scendano drasticamente i sinistri e le sciagure sul lavoro".

"È proprio per evitare tutto questo che si batte anche il delegato USB di Aviation Services, licenziato per aver esposto evidenti carenze sui dispositivi e sui mezzi aeroportuali della sua azienda, effettivamente accertati poi dagli interventi della Asl. - continua la nota - Usb si sta dotando di strutture interne per consentire ai tutti i lavoratori aeroportuali e delle compagnie aeree di segnalare in modo anonimo ogni dubbio sull'applicazione dei protocolli di sicurezza nella propria azienda e di sottoporre domande alla valutazione dei propri esperti. È necessario partire con una campagna su questo tema rilevante e urgente. Usb esprime tutta la propria solidarietà alla lavoratrice Icts impegnandosi perché questi fatti non accadano più perché i carichi di lavoro siano diminuiti perché le normative siano implementate ed applicate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

Torna su
RomaToday è in caricamento