Corso Francia: ubriaco e senza patente morde e picchia vigile urbano

L'aggressione all'agente in seguito ad un incidente stradale avvenuto su corso Francia, a Roma nord

Senza patente, senza documenti ed ubriaco alla guida. Così un cittadino romeno si era messo alla guida di un'auto poi rimasta coinvilta in un incidente con una seconda vettura. Un sinistro come le decine che ogni giorno si registrano sulle strade della Capitale, fortunatamente anche senza feriti, almeno sino all'arrivo di una pattuglia della Polizia Locale di Roma Capitale, con un agente poi aggredito e preso a morsi dall'automobilista sino ad essere costretto alle cure dell'ospedale. I fatti, resi noti dal Sindacato Sulpl Roma della Polizia Locale di Roma Capitale, sono avvenuti nel primo pomeriggio di lunedì 30 luglio a Roma nord. 

Vigile morso da automobilista a corso Francia 

In particolare l'incidente stradale è avvenuto intorno alle 14:00 su corso Francia, altezza via Gosio. Poco dopo una pattuglia del XV Gruppo Cassia della Polizia Locale di Roma Capitale è intervenuta per effettuare i rilievi scientifici. A rimanere coinvolti nel sinistro una Meriva ed una Toyota Aygo. Il conducente della Opel, risultato come detto essere senza documenti, sprovvisto di patente, e positivo al 186 Codice della Strada (guida in stato di ebbrezza), ha però opposto resistenza agli agenti ingaggiando una colluttazione con il funzionario della pattuglia. Preso a calci e morsi  il vigile è stato poi trasportato all'ospedale Villa San Pietro dove è stato dimesso con una prognosi di sette giorni. 

Agente aggredito da automobilista

Bloccato non senza difficoltà il conducente della Meriva  è stato poi accompagnato negli uffici del Comando ed identificato in un cittadino romeno senza fissa dimora. Arrestato, è stato accompagnato presso la cella del comando del VII Gruppo Appio e giudicato stamattina con rito direttissimo. 

Ruolo nella sicurezza cittadina 

"Il collega ha difeso anche la donna che guidava l’altra auto coinvolta a testimonianze ulteriore del nostro ruolo nella sicurezza cittadina - scrive il Sulpl in una nota -.In questi ultimi giorni abbiamo assistito a nuovi casi di violenze per i nostri servizi ( non solo quelli eccezionali dei campi nomadi). Corriamo rischi per ogni tipo di attività, anche per rilevare un incidente, e di questo chiediamo che se ne renda conto il prima possibile il Governo e con un decreto legge estivo ci consenta quelle modifiche contrattuali che ci allontanino dal ruolo di impiegati e ci avvicinino a quello reale di Polizia Locale a 360 gradi". 

Vigili urbani presi a morsi a Roma

Le aggressioni ed i morsi agli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale non sono episodi nuovi nella Capitale. Nel dicembre del 2014 un vigile venne preso a morsi dal conducente di un furgone che si trovava in sosta vietata. Scenario simile sulla via Ostiense nel marzo dell'anno prima, quando un altro vigile fu preda di un Mike Tyson de noantri. Prima ancora era stata la volta di un altro agente, preso a morsi alle Terme di Caracalle nel corso di alcuni controlli stradali. Ieri ancora un'aggressione a morsi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento