Cassia, scooterista travolto e ucciso: in due lasciano l'auto e scappano. Uno si costituisce

L'incidente stradale è avvenuto nella zona della Giustiniana. Il pirata della strada si è poi presentato spontaneamente ai carabinieri

I soccorritori sul luogo dell'incidente (foto Sei della Cassia se)

Si è costituto ai carabinieri il pirata della strada fuggito a piedi dopo aver travolto ed ucciso con la sua auto uno scooterista sulla Cassia. Il fuggitivo è un uomo di 42 anni nato nello Sri Lanka e residente in Italia ed è stato denunciato per il reato di fuga ed omissione di soccorso. L'incidente era avvenuto poco prima sulla via Cassia, altezza via Riccardo Moretti, dove aveva perso la vita Roberto Poltronieri di 55 anni. Nell'auto assieme al 42enne una seconda persona, fuggita anche lei assieme all'uomo che si è poi costitutio ai militari dell'Arma. 

L'ennesima tragedia sulle strade dell'Urbe si è verificata intorno alle 18:30 di lunedì 3 marzo a Roma nord. Qui, poco distante dalla stazione Giustiniana, la Ford Fiesta condotta dal 42enne si è scontrata frontalmente con uno scooter Honda Sh 300 condotto dal Poltronieri. Un impatto violento, con lo scooterista sbalzato sull'asfalto ed il mezzo a due ruote poi investito da una terza auto, una Dodge Caliber guidata da un 28enne, che viaggiava dietro il mezzo a due ruote nella stessa direzione di marcia. 

Morto a causa delle gravi ferite riportate il 55enne, le due persone che si trovavano a bordo della Fiesta hanno lasciato la vettura sul posto e si sono date alla fuga. A chiamare i soccorsi il giovane alla guida della Dodge. Sul posto sono quindi arrivate le pattuglie del XV Gruppo Cassia della Polizia Locale di Roma Capitale per i rilievi del sinistro con i vigili urbani che immediatamente si sono messi alla ricerca dei due pirati della strada. 

Le  prime ricerche presso il luogo di residenza del proprietario non hanno però dato esito positivo. Nelle ore serali la svolta con il responsabile che si è recato presso la stazione dei Carabinieri di La Storta dove si è poi costituito. 

Gli agenti del Gruppo Cassia che hanno proceduto ai rilevi scientifici poco prima , hanno quindi preso in carico la persona sottoponendolo agli esami tossicologici di rito.  L'uomo è stato denunciato per il reato di fuga ed omissione di soccorso. Identificato anche il secondo fuggitivo, connazionale del 42enne. L'uomo, di 50 anni, è stato a sua volta denunciato per "omissione di soccorso in concorso". 

"La persona si è costituita ieri intorno alle 23:00 presso la stazione dei Carabinieri di La Storta. E’ un signore di nazionalità bengalese. A suo dire si era spaventato a seguito dell’incidente stradale. Aveva urtato il motoveicolo e poi si è dato alla fuga spaventato. Era con un suo amico".

Così Antonio Di Maggio, comandante dei vigili urbani di Roma ai microfoni di Rai Radio1 all’interno del programma Centocittà condotto da Ilaria Amenta, Gianluca Semprini e Duccio Pasqua a proposito dell’incidente stradale. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Frascati, esplosione in una villetta: morti padre e figlio, ferita la moglie

  • Cronaca

    Metro Barberini: scale mobili rotte, disposto il sequestro. Chiusa anche la stazione Spagna

  • Cronaca

    Arresto Gallagher e Traffik, i trapper rispondono su instagram: "Dichiarazioni infamanti"

  • Politica

    Alberi, Raggi convoca gli stati generali: "Servono decisioni coraggiose"

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • In 30mila a Roma per la Marcia per il clima: sabato 23 marzo strade chiuse e bus deviati

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Auto blocca il tram, servizio fermo mezz'ora: la proprietaria stava facendo una lampada

  • Tragedia a Largo Preneste: è morto Umberto Ranieri. Chi lo ha colpito con un pugno? Il punto sulle indagini

Torna su
RomaToday è in caricamento