Incidente sulla Nettunense: ubriaco e drogato invade la corsia opposta, grave bimba di 9 anni

Lo schianto nei pressi della stazione ferroviaria Campo di Carne, nel comune di Aprilia. Il sinistro causato da un sorpasso azzardato effettuato da un 20enne poi risultato positivi ai test su alcolici e sostanze stupefacenti

Un sorpasso azzardato da parte di un'auto guidata da un giovane sotto l'effetto di alcol e droga. Questo il mix micidiale che ha causato un grave incidente sulla via Nettunense la sera del giorno di Santo Stefano. Lo schianto frontale al chilometro 25,300 poco dopo le 19 del 26 dicembre, nei pressi della stazione ferroviaria di Campo di Carne, nel Comune di Aprilia. Alla guida di una Ford Ka, che ha colpito una Fiat Panda frontalmente nel corso di un sorpasso azzardato, un cittadino romeno di 20 anni.

SCONTRO FRONTALE - Secondo la ricostruzione della polizia stradale di Albano il 20enne ha invaso la corsia di marcia opposta schiantandosi contro la Fiat Panda guidata da una donna che viaggiava in auto con i suoi quattro figli, due maggiorenni e due minori. In seguito al sinistro, una bambina di 9 anni è stata ricoverata d'urgenza all'ospedale Bambino Gesù di Roma mentre gli altri feriti sono stati ricoverati tra Anzio e Aprilia.

RILIEVI - I rilievi sono stati eseguiti dalla polstrada dei Castelli Romani, che sta svolgendo accertamenti per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. L'autovettura del romeno è stata sottoposta a sequestro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento