Incidente in A1: tir si ribalta e perde carico di bombole di gas, autostrada chiusa

Due i feriti. Il sinistro sulla Roma-Firenze, interdetto il tratto compreso fra Orte ed Allacciamento Diramazione Roma Nord

Il tir ribaltato sull'autostrada A1

Autostrada A1 chiusa in seguito ad un incidente stradale. A determinare la chiusura della Roma-Firenze un tir che è finito ribaltato su un fianco per cause ancora da accertare. L'autocarro, che trasportava bombole di acetilene ed ossigeno, ha perso il carico richiedendo l'interdizione dell'autostrada in direzione della Capitale. Due i feriti, affidati alle cure del personale del 118 ed accompagnati in ospedale. Svolti i primi rilevi, alle 8:40 ha riaperto il tratto di Autostrada del Sole in direzione Firenze, mentre la carreggiata Sud è stata riaperta intorno alle 11:30. 

Incidente autostrada A1 

L'incidente stradale è avvenuto intorno alle 4:30 del 19 marzo all'altezza del chilometro 522, carreggiata Sud. Ribaltato su un fianco per rimuovere il tir è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Roma, a lavoro sull'A1 con il supporto di una autogru e del nucleo Nbcr. Con alcuni detriti finiti anche nella carreggiata in direzione Firenze per consentire le operazioni di soccorso, di pulizia del manto stradale e la rimozione del mezzo pesante è stato necessario chiudere il tratto di Napoli-Milano compreso fra Orte e l'Allacciamento Diramazione Roma Nord in entrambe le direzioni di marcia. 

Incidente A1 19 marzo 2018 2-2

Autostrada A1 chisa 19 marzo 2018

All'interno del tratto chiuso, il traffico è stato sbloccato con code arrivate sino ad 8 chilometri verso Roma (tra Magliano Sabina e la Diramazione Roma Nord). A causa delle uscite obbligatorie si sono registrati inoltre 4 chilometri di coda sulla carreggiata Nord, verso Firenze, a partire da Guidonia Montecelio e 2 chilometri di coda verso Roma all'uscita obbligatoria di Orte. Chi viaggiava in direzione di Roma è dovuto uscire obbligatoriamente ad Orte, ha dovuto percorrere la SS 675 verso Viterbo e poi la SS 2 Cassia, dove dopo aver percorso il GRA ha avuto la possibilità di riprendere la A1 Milano-Napoli. Chi viaggiava in direzione di Firenze è stato obbligato ad uscire a Roma Nord e rientrare a Ponzano Romano dopo aver percorso la viabilità ordinaria. Sul posto per svolgere i rilievi scientici e regolare la viabilità, è intervenuto il personale del 5° Tronco di Fiano Romano di Autostrade per l'Italia, le pattuglie della Polizia Stradale ed i soccorsi meccanici.

Uscite obbligatorie sull'autostrada 

Autostrade per l'Italia consigliava a chi viaggiava in direzione nord di percorrere la SS2 Cassia verso Viterbo per poi proseguire sulla SS 675 in direzione Orte dove era possibile rientrare in autostrada. Per le lunghe percorrenze si consigliava inoltre di percorrere il Grande Raccordo Anulare, la A12 Roma-Civitavecchia e quindi la SS1 Aurelia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento