Acilia piange Alessandro, l'allenatore di pallanuoto morto in un incidente a Centro Giano

Alessandro Bianchi è morto il 1 dicembre in un incidente stradale. Il 23enne era allenatore alla Campus Roma Pallanuoto di Acilia e studiato al Faraday di Ostia. Era conosciuto da tutti. Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social

Foto dal profilo Facebook di Alessandro Bianchi con il numero 4

"Grazie a tutti, la mamma". Cinque semplici parole che scaldano il cuore e fanno scendere più di una lacrima. A scriverle è Daniela, la mamma di Alessandro Bianchi un ragazzo di appena 23 anni morto in un incidente stradale ieri 1 dicembre in via Casaletto di Giano, a Centro Giano a pochi metri dalla stazione di Casal Bernocchi.

Tutto il X Municipio si stringe intorno alla famiglia di Alessandro. Già perché King, come lo chiamavano gli amici, era anche allenatore della Asd Campus Roma Pallanuoto di Acilia ed ex studente dell'istituto Faraday di Ostia. Uno ben voluto, con una marea di amici. In fondo basta poco a conoscere "il mondo", come dicono i ragazzi del litorale. 

L'INCIDENTE - Ieri il dramma che si è consumato in una stradina dell'entroterra. Un impatto violento tra la moto Honda di Alessandro e una Ford Fiesta guidata da un ragazzo di 22 anni. Sul posto, immediatamente allertati, sono giunti gli agenti del X Gruppo Mare della Polizia Locale di Roma Capitale, che accerteranno presto le cause dell'impatto, e i sanitari del 118. 

Alessandro Bianchi dopo lo scontro è caduto sull'asfalto. Il 23enne, dopo le prima cure del caso, è stato trasportato in codice rosso al Grassi di Ostia. Poi, una volta stabilizzato, portato con un urgenza all'ospedale Sant'Eugenio in condizioni critiche, poi al San Camillo. I traumi riportati, però, erano troppo gravi. Dopo ore di lotta, Alessandro è morto. Un tragico epilogo che ha spaccato a metà le vite di chi lo conosceva. La moto Honda e la Ford Fiesta sono stati sequestrati. 

I MESSAGGI DEL MONDO DELLA PALLANUOTO - A dare la notizia, per prima, è stata la sua società di pallanuoto dai canali social ufficiali del club. Un messaggio breve, poche righe, con il nastro nero del lutto. "Un ragazzo meraviglioso pieno di gioia di vivere, di entusiasmo per tutto ciò che faceva. Sempre presente, sempre disponibile ad aiutare. Oggi il nostro Alessandro si è trasformato nella stella più brillante del cielo. Ci seguirà sempre, in alto lassù", sottolinea la Asd Campus Roma.

Poi foto, tante foto. Tutte postate da amici ed allievi che vedono Alessandro in vasca, con i suoi giovani "discepoli". "Abbiamo avuto l'onore di conoscerlo e apprezzarlo dentro e fuori la vasca", lo ricorda Lorenzo. "Ho avuto l'immenso piacere di conoscerti e di arbitrare la tua squadra di under 15 questa domenica alle Cupole", scrive Alessio. 

A ricordare Alessandro anche un'altra società, la Tyrsenia Sporting Club "Fabiana Straini" dove King giocava in Serie B. "Cresciuto nella società del Campus Roma, nella quale rivestiva il ruolo di allenatore delle squadre giovanili, questo anno si era tesserato con entusiasmo per la nostra società, con la convinzione di poter fare un buon campionato", si legge nella nota.

"GRAZIE A TUTTI" - Innumerevoli i messaggi sui social. Molti lo ricordano postando una foto, altri come la sua ragazza Cecile scelgono il silenzio. "Nessuno si dimenticherà mai di una persona che rideva sempre,di una persona che non aveva paura di nulla, di una persona con cui hai passato dei momenti piu belli della tua adolescenza", scrive Andrea.

"Ma che combini Ale... Tu sempre con il sorriso stampato sul viso e quella voglia infinita di vivere ci lasci così", si lascia andare Ambra mentre Marco preferisce lasciare una foto dove è in compagnia del suo amico ed insieme sorseggiano un drink durante una serata in un pub di Ostia. "Rimarrà nel ricordo dei nostri ragazzi. Senza parole", posta Roberto. "Tantissime condoglianze, un ragazzo speciale", ricorda Mirko e per Silvia la notizia "è un grande dolore"

Ricordi, testimonianze, lacrime, virtuali e non per rendere omaggio ad un ragazzo amato da tutti. Affetto che mamma Daniela con quelle sue semplici, e profonde, cinque parole digitate ha reso indelebili. Come il sorriso di Alessandro quando usciva dall'acqua della piscina

video-40

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma", la rivendicazione su facebook

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

Torna su
RomaToday è in caricamento