Cade albero sulla Colombo: motociclista muore schiacciato

La vittima, Gianni Danieli, aveva 42 anni ed era residente all'Infernetto. L'albero, caduto verso le 13 nei pressi dell'incrocio con via di Malafede, ha praticamente occupato tutte e due le corsie della carreggiata in direzione di Ostia

Il luogo dell'incidente (foto Paolo Cotroneo). Nel riquadro la vittima, Gianni Danieli (foto dal suo profilo facebook)

Il vento forte che ha investito la Capitale in questa prima domenica di dicembre ha fatto una vittima. Un pino ad alto fusto è caduto ed un motociclista, Gianni Danieli di 42 anni, è morto. E' successo sulla Colombo, all'altezza del quartiere di Decima-Malafede al chilometro 17,800 della via Cristoforo Colombo all'altezza dell'incrocio con via di Malafede. I vigili del fuoco sono intervenuti per rimuovere l'albero che schiacciava il centauro, ma per lui ormai non c'era nulla da fare. La vittima era residente nel quartiere dell'Infernetto.

TRAFFICO IN TILT - L'albero ha praticamente occupato tutte e due le corsie della carreggiata in direzione di Ostia. Sono intervenuti vigili del fuoco, polizia, carabinieri, vigili urbani ed il 118. Sulla Colombo il traffico verso Ostia è rimasto bloccato per ore e si sono registrate lunghe code.

I FAMILIARI - Alessandro Danieli, fratello di Gianni, sul luogo dell'incidente in lacrime ha urlato tutta la sua rabbia. "Chi me lo ridà mio fratello adesso - ha urlato - come è possibile morire in questa maniera".

I familiari puntano però il dito contro sullo stato dell'albero: "Guardate - ha detto ai giornalisti Alessandro Danieli - le radici praticamente non ci sono, era legato a un cartello pubblicitario. Paghiamo le tasse e succedono queste cose - ha imprecato - pensano solo a prendere le multe e non fanno niente. Ora aspetto le istituzioni, voglio vedere se avranno il coraggio di farsi vedere in faccia, voglio delle risposte da Roma".

UN CAVO D'ACCIAIO - La tesi che l'albero fosse legato trova conferma nel racconto di una testimone all'agenzia Ansa. "Il corpo del motociclista era stato appena coperto. Avevo la macchina fotografica con me e quello che ha attirato la mia attenzione, e quella di altre persone presenti, è stato il cavo di acciaio che pendeva dall'albero caduto sulla Via Colombo. Dove fosse assicurato non lo abbiamo capito, ma abbiamo visto che altri due alberi erano legati tra loro da un altro cavo. Cosa significa questo, che sono pericolanti?".

Continua la testimone: "Eravamo fermi al semaforo da troppo tempo e non capivamo perchè non scattasse il verde. Poi abbiamo visto alcuni motociclisti che tornavano indietro sulla Colombo contromano, nella corsia di emergenza. Ci hanno detto dell'incidente mortale e che avanti non si poteva proseguire perchè l'albero caduto occupava tutta la carreggiata. Tra l'altro, mi hanno ricordato alcune persone che abitano nel quartiere di Malafede, quella è una zona a rischio: circa un anno fa un'altra persona rimase ferita dalla caduta di un albero. Una donna mi ha addirittura detto che quando c'è vento e deve passare di lì, si fa il sego della croce".

POCHE ORE DOPO - Sempre sulla Colombo, poche ore più tardi, ma all'interno della città, un ramo si è staccato colpendo un altro motociclista. L'incidente è avvenuto all'altezza dell'incrocio con via Marco Polo. All'inizio la Questura aveva diffuso la notizia che anche questo secondo motociclista avesse perso la vita. Successivamente la rettifica: solo ferite gravi.

PRECEDENTE NEL 2009 - Quello di oggi non è il primo motociclista ucciso da un albero caduto sulla Cristoforo Colombo, la grande arteria che porta al mare della Capitale. Il 18 febbraio del 2009, alle 9.30, Daniele Innocenzi, medico dermatologo di 54 anni, era in sella alla sua moto quando fu colpito dal ramo di un pino sulla Cristoforo Colombo a poca distanza dagli archi delle mura romane. Morì sul colpo, mentre stava andando al lavoro. Poco prima un altro motociclista aveva segnalato alle forze dell'ordine che quel ramo era pericolante. Innocenzi era professore associato di dermatologia della I facoltà di Medicina dell'università Sapienza, nel polo di Latina, ed era stimato in campo internazionale soprattutto per la cura e l'analisi dei tumori della pelle. Aveva tre figlie adolescenti.

FERITI IN VIA FLAMINIA - Una giornata difficile quella della Capitale iniziata con il ferimento di una madre di 44 anni e suo figlio di 13 anni trasportati all'ospedale Sant'Andrea rispettivamente in codice giallo e verde dopo che un albero è caduto sulla loro auto in transito su via Flaminia, nella zona del cimitero di Prima Porta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento