Paura a Serpentara per un vasto incendio: "Dieci in una settimana, è dolo"

Imponente il rogo con una colonna di fumo ben visibile da chilometri di distanza. L'assessore D'Orazio: "Parte una seconda denuncia"

Vigili del fuoco al lavoro a Serpentara (foto Manuel Bartolomeo)

L'intensa colonna di fumo ha cominciato a sprigionarsi dopo le 20:00 di ieri sera, ben visibile da chilometri di distanza. Il vasto incendio nella zona di Serpentara, nell'area compresa tra via Pacchiarotti e la Stazione di Nuovo Salario, colpendo anche il Parco della Torricella. Un grosso incendio di sterpi e rovi che ha rilanciato l'emergenza nella Capitale ed in particolare nel III Municipio Montesacro con polemiche ed accuse social da parte dell'assessore all'Ambiente e all'Urbanistica Mimmo D'Orazio, con l'ipotesi dolosa avanzata dalla consigliera di Fdi del III Municipio Giordana Petrella e l'ex consigliere Manuel Bartolomeo. 

INCENDI DOLOSI - Sul posto per spegnere l'incendio sono poi arrivati i vigili del fuoco ed i volontari delle associazioni di Protezione Civile al lavoro per domare il rogo ed evitare che le fiamme potessero raggiungere le vicini abitazioni. Spento l'incendio nessuno è rimasto ferito. Non sono mancate però le accuse e le polemiche social. "Con gli incendi di oggi siamo arrivati a quota 10 in poco più di una settimana, probabilmente di natura dolosa - scrivono in una nota congiunta divulgata su Facebook Giordana Petrella e Manuel Bartolomeo -. Molti di questi incendi sono scoppiati a ridosso di insediamenti abusivi, segnalati da tempo".

ASSESSORE D'ORAZIO - Polemiche ed accuse che hanno riacceso il dibattito sui gruppi di quartiere del noto social network, molto utilizzati anche dall'assessore della Giunta M5S al Municipio Montesacro Domenico D'Orazio, che sul proprio profilo lancia accuse precise: "Ennesimo incendio nell'area verde di proprietà Bonifaci, nonostante la denuncia fatta due anni fa per mancato rispetto dell'ordinanza del sindaco contro la propagazione degli incendi anche quest'anno se ne altamente fregato e domani parte una seconda denuncia".

INCENDI IN III MUNICIPIO - Una ennesima giornata di fuoco per il III Municipio Montesacro alle prese da diverse settimane con incendi anche importanti che hanno sfiorato più volte le palazzine distruggendo decine di ettari di territorio. "Il III Municipio è uno dei Municipi più colpiti all'Interno del comune di Roma - scrivono ancora Petrella e Bartolomeo -. Tra le zone incendiate, Bufalotta, Cinquina, Vigne Nuove, Conca d'Oro, Nuovo Salario, Serpentara e Parco delle Sabine. Molte di queste aree sono private. Considerando che gli avvisi e le denunce non bastano a "smuovere" le proprietà, chiediamo che l'Assessore competente e tutta la Giunta Municipale si attivino urgentemente affinché, per prevenire queste emergenze, vengano utilizzate le fideiussioni che i costruttori rilasciano al Comune di Roma".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Finche' non la smettiamo di deridere chi dice che ci vuole tolleranza zero, continueremo a subire e basta.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto all'Umberto I, la famiglia di Giuseppe chiede giustizia: "Cosa è successo in quelle 5 ore di buio?"

  • Marconi

    Ponte Marconi, l'estate è alle porte ma della spiaggia sul Tevere non c'è traccia

  • Balduina

    Voragine alla Balduina: "Cittadini in ostaggio e senza informazioni"

  • Ostia

    Ostia: ecco l'università del mare, presentato il programma dei corsi

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia a Roma 2018: strade chiuse e 34 linee bus deviate. Tutte le informazioni

  • Incidente via di Boccea: si scontrano taxi e scooter, morto un 43enne

  • Eventi nel week end a Roma: strade chiuse e deviazioni sabato 19 e domenica 20 maggio

  • Pecore tosaerba, il progetto è realtà: ecco i 20 parchi dove sarà utilizzato l'ecopascolo per lo sfalcio

  • Trascina una donna nell'androne di un palazzo e prova a violentarla

  • Pullman scolastico fuori strada per evitare un camion, paura per 32 bambini

Torna su
RomaToday è in caricamento