Roghi tossici: scava una buca e brucia plastica e polistirolo, denunciato imprenditore

L'intervento dei carabinieri in una zona agricola di Ladispoli

I rifiuti bruciati a Ladispoli

Ha scavato una buca ed ha appiccato il fuoco bruciandoci rifiuti plastici e polistirolo. Ad innescare i 'roghi tossici' un imprenditore di Ladispoli, poi denunciato dai carabinieri. E' accaduto nella notte fra venerdì e sabato quando i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno denunciato in stato di libertà un imprenditore 58enne, abitante a Ladispoli, per il reato di combustione illecita di rifiuti. 

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Ladispoli sono intervenuti in località Olmetto, in una zona agricola, a causa di alcune segnalazioni ricevute dalla Centrale Operativa riguardanti la presenza di forte odore di bruciato che, dalla periferia, era arrivato anche nel centro abitato. 

La pattuglia dell’Arma si è recata nell’area in questione e ha individuato il punto di provenienza del fumo, che si sprigionava dall’area di pertinenza di una ditta di movimento terra e smaltimento rifiuti ubicata in quella via Olmetto. 

Sul posto i Carabinieri hanno sorpreso il titolare della ditta mentre era intento a bruciare una grande quantità di materiale plastico e polistirolo che era stato riposto in una grossa buca. Lo stesso aveva inoltre posizionato dei pannelli di cemento intorno alla buca, cercando così di nascondere le fiamme.  

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Bracciano che hanno provveduto a spegnere il rogo. L’area in questione è stata sottoposta a sequestro in attesa dei prelievi che saranno svolti a cura del personale dell’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) Lazio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine degli accertamenti, l’imprenditore è stato condotto presso la Caserma dei Carabinieri di via Livorno dove è stato denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di combustione illecita di rifiuti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 13 contagi in 24 ore nel Lazio. "Preoccupazione per aeroporti e stazioni di Roma"

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagi: sono 2710 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, 2697 casi nel Lazio. A Roma 26 nuovi positivi: "Massima attenzione sul cluster del San Raffaele"

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 2754 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma tre nuovi casi. Altri due nel resto del Lazio

  • Coronavirus: 10 nuovi positivi nel Lazio, dal 3 giugno sorvegliati speciali stazioni ed aeroporti

Torna su
RomaToday è in caricamento