Rogo a Pomezia, quando i residenti denunciarono al Comune: "Temiamo un incendio"

Il comitato di quartiere Castagnetta - Cinque Poderi scriveva al Comune di Pomezia nel novembre 2016 della paura di un possibile incendio. Il sindaco Fucci: "Non abbiamo sottovalutato la situazione"

Una situazione denunciata il 3 novembre 2016. Poi l'incendio di ieri alla fabbrica Eco X e il caos a Pomezia e in tutta la zona sud di Roma. E' il sinistro scenario di una vicenda già preannunciata dal comitato di quartiere Castagnetta - Cinque Poderi quando, mesi fa, scriveva al Comune di Pomezia proprio riguardo lo stabilimento andato a fuoco sulla via Pontina Vecchia.

"La società opera da anni - si leggeva nella lettera - ma almeno apparentemente mai si era venuta a creare una tale situazione che sta generando qualche allarme tra la popolazione, che teme per la propria salute e per inquinamenti ambientali qualora dovesse insorgere qualche incendio".

Il comitato di quartiere chiedeva a sindaco e polizia locale di fare immediati controlli e di informare tempestivamente la cittadinanza. Vicenda su cui, questa mattina, il sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha voluto far chiarezza: "Il Comune si è prontamente attivato dopo la segnalazione dei cittadini. La sezione Polizia Ambientale della Polizia locale ha infatti inviato a dicembre 2016 una richiesta di sopralluogo congiunto al NOE (Nucleo Operativo Ecologico) dei Carabinieri e alla Asl Roma 6 per verificare quanto rappresentato dal Comitato di Quartiere".

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE: IL VIDEO

"Non abbiamo sottovalutato la situazione, come qualcuno sta dicendo in queste ore, ma richiesto l’intervento dei soggetti competenti che, con strumentazione adeguata - che il Comune non possiede -, avrebbero dovuto effettuare le verifiche richieste", ha concluso Fucci. 

Ad incalzare il sindaco pentastellato ci hanno pensato Matteo Salvini, Barbara Saltamartini e Francesco Zicchieri rispettivamente presidente, parlamentare e coordinatore del Lazio per Noi con Salvini: "L'incapacità amministrativa e i silenzi dei grillini producono danni alla salute dei cittadini e all'ambiente incalcolabili. Il sindaco doveva controllare, accertare attraverso la polizia municipale e in seguito alle denunce quale fosse la reale situazione della discarica. La nube ora si dirige verso Roma e le polveri cominciano a depositarsi sui terreni con possibile contaminazione delle acque. Chiediamo quindi un'informativa urgente in aula: Galletti e Lorenzin spieghino subito cosa sia successo, se le azioni post incendio messe in atto siano sufficienti per salvaguardare la salute dei  cittadini, le attività agricole e l'ambiente". Al momento non si conosce ancora la causa dell'incendio.

LEGGI ANCHE: 

L'INCENDIO A POMEZIA: TUTTO IL RACCONTO

NUBE NERA VERSO ROMA SUD

EVACUATO CASTEL ROMANO

I DATI DELLA REGIONE LAZIO E DI ARPA

"C'E' RISCHIO PER ROMA": LA BUFALA

LEGAMBIENTE: "INCENDIO PEGGIORE DEGLI ULTIMI ANNI"

VIDEO DELLO SPEGNIMENTO DELL'INCENDIO

VIDEO DALL'ELICOTTERO DEI VIGILI DEL FUOCO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento