Incendio a Massimina: bruciati mezzi della Protezione Civile, ipotesi dolosa

Il fuoco ha annerito anche una parte della scuola confinante, la Nando Martellini

Cinque mezzi dell'associazione di soccorso Giannino Caria Paracadutisti Onlus, volontari della Protezione Civile, sono stati distrutti da un incendio. Le fiamme sono scoppiate nella notte, poco prima delle 2 di martedì 19 febbraio, in via Ildebrando della Giovanna, in zona Massimina. A dare l'allarme alcuni residenti che, visto il fumo e sentito l'odore di bruciato, hanno allertato le forze dell'ordine. 

Sul posto i Vigili del Fuoco con due squadra e i Carabinieri della stazione di Ponte Galeria e quelli del Norm di Ostia che indagano sulla vicenda. L'ipotesi più probabile è che il rogo sia di natura dolosa, anche perché le vetture erano a distanza l'una dall'altra. Le fiamme hanno annerito anche la parete della scuola confinante.

"Siamo 36 anni che operiamo. Abbiamo sempre aiutato tutti, siamo stati nelle zone terremotate, spento incendi e soccorso persone alluvionate. Non sappiamo perché e chi ci ha colpito", dice a RomaToday Marco Lorentini, consigliere dell'associazione di soccorso Giannino Caria Paracadutisti Onlus. "Abbiamo denunciato l'episodio ai Carabinieri". Nel frattempo sui social diversi componenti di tante associazioni di volontariato di Roma hanno espresso la loro solidarietà.

"Chi ha fatto questo ha già perso. Chi, in modo ignobile e vigliacco, dà fuoco ai mezzi di un'associazione di Protezione civile della Regione Lazio, danneggiando una scuola, ha già perso perché siamo troppi e troppo forti per chiunque. Perché chi ha fatto questo lo ha fatto a ciascuno dei volontari di Protezione civile della Regione Lazio, al sottoscritto, a tutta l'Agenzia, ai cittadini onesti che credono in noi. Stamattina il presidente Zingaretti mi ha detto di fare qualcosa perche' questa associazione torni subito operativa e piu' di prima. E lo stiamo già facendo. Subito. Tutti. Perché i vigliacchi e balordi che non hanno altri mezzi che questi hanno gia' perso e vedranno soltanto con quanta forza la Regione Lazio, l'agenzia e tutti i volontaridi protezione civile saranno capaci di essere sempre più forti", ha commentato su Facebook, Carmelo Tulumello, direttore dell'Agenzia Regionale di Protezione Civile del Lazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

Torna su
RomaToday è in caricamento