Ladispoli, incendio al negozio 'Il Parruccaio': arrestati i due piromani

In particolare l'attività investigativa, condotta mediante acquisizione di filmati di videosorveglianza, hanno fatto emergere chiari indizi di colpevolezza ai danni di due uomini fermati dai Carabinieri

Immagine di repertorio

Sono stati individuati i due piromani che, lo scorso novembre, diedero fuoco al negozio 'Il Parruccaio' in via Palo Laziale, a Ladispoli. Le indagini, partirono immediatamente dopo i primi rilievi permettendo ai Carabinieri di Ladispoli, nel giro di pochi giorni, di restringere la cerchia dei sospettati su cui puntare la propria attenzione.

L'attività investigativa, condotta mediante "acquisizione di filmati di videosorveglianza, l'ascolto di persone informate sui fatti e acquisizioni da fonti confidenziali", rendono noto i militari della Compagnia di Cerveteri ha fatto emergere "chiare responsabilità" da parte di un 40enne romano pregiudicato, e un 55enne straniero abitante a Cerveteri, anche lui pregiudicato, identificati rispettivamente "il primo quale autore materiale e il secondo quale mandante dell'incendio". 

Pertanto i militari, acquisiti tutti gli elementi utili alle indagini e chiarita la vicenda riconducibile a una questione di attriti per motivi economici tra il proprietario dell'attività commerciale e il mandante, hanno richiesto all'Autorità Giudiziaria l'emissione di "misura cautelare" nei confronti dei due soggetti responsabili a vario titolo del reato. 

L'Autorità Giudiziaria, concordando pienamente con quanto accertato dai Carabinieri di Ladispoli, ha emesso "ordinanza di esecuzione degli arresti 
domiciliari a carico dei predetti". Il provvedimento è stato immediatamente eseguito a carico del 40enne rintracciato e tratto in arresto dai Carabinieri di Ladispoli, mentre il 55enne irrperibileperibile al momento dell'emissione della misura poiché recatosi all'estero, è stato arrestato nella mattinata di ieri all'aeroporto di Fiumicino, al suo rientro nel territorio nazionale.

Entrambi, sottoposti agli arresti domiciliari, rimarranno a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Civitavecchia alla quale dovranno rispondere del reato di "incendio in concorso".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tassisti e ambulanti a Roma, esplodono tre bombe carta: rosone in frantumi

    • Politica

      Stadio Roma, attivisti M5S in Campidoglio: "La sindaca ci ascolti, annulli la delibera"

    • Cronaca

      Omicidio Luca Varani, Manuel Foffo condannato a trent'anni di carcere

    • Cronaca

      Curve divise all'Olimpico: l'abbassamento delle barriere comincia dalla Sud

    I più letti della settimana

    • Blocco traffico Roma 17 febbraio 2017: stop alle auto più inquinanti

    • Sciopero Roma, mercoledì 22 febbraio metro e bus a rischio

    • Trolley abbandonato in mezzo alla strada: allarme bomba in via del Corso

    • Incidente frontale tra due auto, morta maestra di religione

    • Pompieri in protesta a Montecitorio: "Ci chiamano eroi ma ci danno una paga da fame"

    • Sciopero, a Roma mercoledì 22 febbraio a rischio metro e bus

    Torna su
    RomaToday è in caricamento