homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ladispoli, incendio al negozio 'Il Parruccaio': arrestati i due piromani

In particolare l'attività investigativa, condotta mediante acquisizione di filmati di videosorveglianza, hanno fatto emergere chiari indizi di colpevolezza ai danni di due uomini fermati dai Carabinieri

Immagine di repertorio

Sono stati individuati i due piromani che, lo scorso novembre, diedero fuoco al negozio 'Il Parruccaio' in via Palo Laziale, a Ladispoli. Le indagini, partirono immediatamente dopo i primi rilievi permettendo ai Carabinieri di Ladispoli, nel giro di pochi giorni, di restringere la cerchia dei sospettati su cui puntare la propria attenzione.

L'attività investigativa, condotta mediante "acquisizione di filmati di videosorveglianza, l'ascolto di persone informate sui fatti e acquisizioni da fonti confidenziali", rendono noto i militari della Compagnia di Cerveteri ha fatto emergere "chiare responsabilità" da parte di un 40enne romano pregiudicato, e un 55enne straniero abitante a Cerveteri, anche lui pregiudicato, identificati rispettivamente "il primo quale autore materiale e il secondo quale mandante dell'incendio". 

Pertanto i militari, acquisiti tutti gli elementi utili alle indagini e chiarita la vicenda riconducibile a una questione di attriti per motivi economici tra il proprietario dell'attività commerciale e il mandante, hanno richiesto all'Autorità Giudiziaria l'emissione di "misura cautelare" nei confronti dei due soggetti responsabili a vario titolo del reato. 

L'Autorità Giudiziaria, concordando pienamente con quanto accertato dai Carabinieri di Ladispoli, ha emesso "ordinanza di esecuzione degli arresti 
domiciliari a carico dei predetti". Il provvedimento è stato immediatamente eseguito a carico del 40enne rintracciato e tratto in arresto dai Carabinieri di Ladispoli, mentre il 55enne irrperibileperibile al momento dell'emissione della misura poiché recatosi all'estero, è stato arrestato nella mattinata di ieri all'aeroporto di Fiumicino, al suo rientro nel territorio nazionale.

Entrambi, sottoposti agli arresti domiciliari, rimarranno a disposizione dell'Autorità Giudiziaria di Civitavecchia alla quale dovranno rispondere del reato di "incendio in concorso".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Renato ucciso dal Fascismo: "Dieci anni dopo accade ancora. Fermo lo dimostra"

    • Cronaca

      In ospedale con una ferita all'orecchio: "Mi hanno sparato, ma non so chi è stato"

    • Cronaca

      Terremoto: 290 morti. Ad Amatrice si indaga sul crollo della scuola

    • Cronaca

      Amatrice isolata, chiuso il ponte a Tre Occhi: almeno 3 giorni per la bretella sostitutiva

    I più letti della settimana

    • Terremoto Amatrice: i nomi delle vittime

    • Terremoto Amatrice, morti sotto le macerie

    • Terremoto, nuova scossa avvertita anche a Roma: epicentro a Perugia

    • Roma, terremoto nel centro Italia: morti e feriti nel reatino. "Amatrice non esiste più"

    • Terremoto, in tanti vogliono fare i volontari: tutte le informazioni

    • Incendio nel Parco del Pineto: brucia la Pineta Sacchetti, evacuata casa di cura

    Torna su
    RomaToday è in caricamento