Incendio al Don Bosco: in fiamme tre cassonetti dei rifiuti

Il rogo in via Scribonio Curione L'Ama: "L'azienda presenterà denuncia contro ignoti alle Autorità competenti"

I cassonetti bruciati in via Scribonio Curione

Incendio nella notte del 7 novembre al Don Bosco dove sono andati a fuoco tre contenitori stradali per i rifiuti posizionati in via Scribonio Curione.  Due dei contenitori distrutti erano riservati alla raccolta differenziata e uno ai materiali non riciclabili. E’ stato inoltre danneggiato 1 cassonetto per i contenitori in plastica e metallo. Lo comunica Ama in una nota.

In relazione all'incendio dei cassonetti posizionati nel VII Municipio Tuscolano, Ama provvederà al più presto a sostituire i cassonetti bruciati che, essendo catalogati come rifiuti combusti, necessitano di particolari accorgimenti per la loro rimozione. "L’azienda, come fatto negli altri casi accertati, presenterà denuncia contro ignoti alle Autorità competenti".  

Incendio cassonetti via Scribonio Curione 2-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Baobab, parla l'assessora Baldassarre: "Con la collaborazione dei volontari si possono evitare sgomberi"

  • Politica

    Via Prenestina 944, nell'ex hotel occupato 460 persone senz'acqua né luce. E ora si teme lo sgombero

  • Politica

    Ecopass, inizia la discussione in Aula: "Cambierà il volto della nostra città"

  • Politica

    Grillo: "Svuotare i palazzi di Roma dal potere: una cittadella federale tra Magliana e Fiumicino"

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Atac punta sul digitale: accordo con Moovit per migliorare l'infomobilità

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

Torna su
RomaToday è in caricamento